Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nubifragi e grandine come palline da ping-pong: l'Abruzzo sotto la sferza del maltempo

Forte grandinata nel teramano: danneggiate diverse auto
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Luglio 2022, 15:26 - Ultimo aggiornamento: 16:14

Violenti nubifragi, in alcuni casi accompagnati da vento e grandine, anche di grandi dimensioni,
sono in atto in Abruzzo, in particolare sul versante orientale, da Pescara a Chieti e a Teramo. Ovunque si registrano disagi e danni. Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco per allagamenti, tetti danneggiati e alberi caduti o pericolanti.


In molti casi si registrano strade impraticabili e traffico in tilt, con gli automobilisti che, memori della violenta
grandinata che nel luglio del 2019 provocò feriti e danneggiò migliaia di automobili, hanno preso d'assalto sottopassi e tettoie. Oggi la grandine, insieme al forte vento, ha creato problemi soprattutto a Teramo e nei centri attorno al capoluogo, dove si registrano danni ai veicoli e alle abitazioni.

«Si tratta di temporali dovuti al cedimento dell'anticiclone africano e all'arrivo di masse di aria umida di origine
atlantica - spiega Giovanni De Palma di AbruzzoMeteo - Questo mix ha fatto sì che si accendesse l'instabilità. Instabilità che, localmente, ha generato fenomeni intensi. Andremo avanti così fino a questa notte. Domani torna il bel tempo, ma nel pomeriggio ci saranno addensamenti nelle aree interne, con
qualche acquazzone sulle zone montuose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA