Pescara, acquista droga a Ferro di Cavallo e investe padre e figlio di 9 anni: inseguimento con sparatoria

Domenica 5 Gennaio 2020
Pescara, acquista droga a Ferro di Cavallo e investe padre e figlio di 9 anni: inseguimento con sparatoria

Poteva finire tragicamente l'ultimo fatto di cronaca al Ferro di Cavallo. Ancora spaccio e fughe spericolate tanto da  investire un suv un padre e un figlio piccolo a bordo, rimasti feriti. E' successo ieri sera, alle 20,50, quando i carabinieri  hanno intercettato in via Tiburtina, a Pescara, all’altezza del famigerato quartiere Ferro di Cavallo, una Alfa Romeo Giulietta in sosta. Alla vista dei militari, l'auto è sfrecciata via imboccando via Lago di Capestrano. I militari, con le sirene  e paletta, ha intimato al conducente di fermarsi, ma l'auto su via Aterno ha pigiato sull'acceleratore aumentando  ancor più la velocità e provando a speronare il mezzo dei carabinieri.

 

Sulla statale 602, la Giulietta ha sbandato colpendo in pieno, sul lato sinistro, una Tiguan di colore bianco che, per il forte impatto, si è ribaltata finendo sul marciapiede. All’interno c'erano padre e figlio:  N.G., 51 anni e il bambini di 9. Entrambi sono stati trasportati in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Pescara. L'investititore intanto era sceso dall'auto  e sulla mano destra impugnava un oggetto simile a un’arma (risultata poi una torcia), così i militari hanno esploso verso l'alto tre colpi. 

L'uomo ha cercato di scappare a piedi in campagna, ma è stato bloccato da una pattuglia del Radiomobile della Compagnia carabinieri di Montesilvano arrivata sul posto in rinforzo:  G.S.,  24enne, residente a Manoppello, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane era senza patente di guida, poiché mai conseguita, e addosso aveva 0,60 grammi di cocaina, pari a una dose: «L'ho acquistato al Ferro di Cavallo poco prima del vostro arrivo», ha detto ai militari.

Il papà alla guida ha riportato un trauma toracico chiuso con frattura di due costole e altre lesioni (è stato giudicato guaribile in 25 giorni),  il figlio di 9 anni è ricoverato a pediatria per trauma cranico e poli contusivo. 

Ultimo aggiornamento: 15:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani