Abruzzo, il Covid torna a uccidere: Raffaele non era vaccinato e suonava nella banda degli Alpini

Ab, il Covid torna a uccidere: morto ex idraulico non vaccinato
di Patrizio Iavarone
2 Minuti di Lettura
Martedì 24 Agosto 2021, 08:30

Nonostante l’età non si era vaccinato ed è rimasto contagiata dal Covid-19. Per Raffaele De Chellis, ottanta anni di Pacentro, però, l’evoluzione della malattia ha avuto un esito fatale. L’anziano è morto ieri mattina all’ospedale San Salvatore dell’Aquila dove era ricoverato ormai da qualche giorno in terapia intensiva. L’infezione provocata dalla polmonite bilaterale seguita al virus ha avuto la meglio sulla fragilità dell’uomo dovuta all’età.


La sua morte segna l’ottantanovesima vittima in Centro Abruzzo per Covid dall’inizio della pandemia, la settantatreesima in Valle Peligna. Dopo quasi tre mesi di tregua, il territorio peligno torna con il lutto al braccio, al termine di una settimana che ha segnato un nuovo record estivo di contagi, con 73 casi negli ultimi sette giorni e un indice di incidenza che si avvicina ai 110 casi ogni 100mila abitanti.


De Chellis era rimasto contagiato agli inizi di agosto per essere entrato in contatto con un suo coetaneo di Roma, anche lui non vaccinato, tornato a Pacentro per le ferie. Il giorno successivo all’esito del tampone positivo, il 9 agosto, aveva rotto il mese e mezzo di tregua ospedaliera per il territorio ed era stato ricoverato prima in medicina Covid e poi in terapia intensiva.


Ex idraulico, aveva gestito per anni un’attività di pompe funebri che poi aveva venduto al momento della pensione: molto conosciuto in paese, anche per la sua passione per la banda musicale degli Alpini nella quale, a Campo di Giove, suonava. «La sua morte ci addolora e deve essere un monito – commenta il sindaco Guido Angelilli – il virus non è sconfitto e invito tutti ad avere grande senso di responsabilità». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA