ABRUZZO

Covid, un decesso e 61 nuovi positivi, tra loro tre bambini. Metà contagi in provincia dell'Aquila

Mercoledì 7 Ottobre 2020
Covid, un decesso e 61 nuovi positivi, tra loro tre bambini. Metà contagi in provincia dell'Aquila

Altri 61 positivi al coronavirus in Abruzzo. Sono complessivamente 4.715 i contagi da Covid-19 registrati in regione dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 61 nuovi casi (di età compresa tra 2 e 90 anni). I minorenni sono 3, di cui 2 in provincia di Pescara e 1 in provincia dell'Aquila. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 485 (si tratta di una 88enne della provincia dell'Aquila). «Il totale risulta inferiore di una unità in quanto è stato sottratto un caso comunicato ieri e risultato in carico ad altra Regione», comunica l'assessorato regionale alla Sanità.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3.132 dimessi o guariti (+17 rispetto a ieri, di cui 17 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 3.115 che hanno cioè risolto i sintomi dell'infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1.098 (+40 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 213.635 test (+2507 rispetto a ieri). Sono 88 i pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 6 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.004 (+23 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 708 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+32 rispetto a ieri), 1.118 in provincia di Chieti (+12), 1.976 in provincia di Pescara (+12), 868 in provincia di Teramo (+4), 37 fuori regione (invariato) e 8 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

Ultimo aggiornamento: 18:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA