Race for the cure, in cinquemila corrono per la lotta al tumore del seno

Domenica 22 Settembre 2019
A Pescara hanno partecipato in 5000, questa mattina, a Race for the cure, la gara contro la lotta del tumore al seno. L'iniziativa al termine di due giorni giorni ricchi di convegni, dibattiti, aree benessere e fitness, centinaia di screening mammografici ed ecografici, cardiologici, dermatologici e dell’udito eseguiti gratuitamente.

E’ il bilancio della due del Villaggio della Salute organizzato per la prima volta a Pescara dalla Susan G. Komen Italia, presieduta dal professor Riccardo Masetti del Policlinico Gemelli di Roma. E oggi il gran finale con la prima edizione a Pescara di Race for the Cure, che vedrà partecipare migliaia di runners e cittadini, che correranno per testimoniare l’importanza della cultura della prevenzione del tumore al seno. «I margini di completa guarigione del tumore del seno - spiega Domenico Genovesi, responsabile della Radioterapia oncologica dell’ospedale di Chieti - sono dell’87%».

L’importanza della diagnostica è stata rimarcata dalla dottoressa Marzia Muzi, responsabile di Radiologia senologica e screening mammografico della Asl Lanciano Chieti Vasto, che ha precisato: «Dai 39 ai 49 anni è necessario sottoporsi ogni anno alla mammografia, dopo i 50 anni una volta ogni due anni».  Ultimo aggiornamento: 12:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma