Coronavirus, arrivano in Abruzzo ottomila fiale di vaccino: ecco come verranno distribuite

Coronavirus, arrivano in Abruzzo ottomila fiale di vaccino: ecco come verranno distribuite
2 Minuti di Lettura

E' slittata ad oggi, a causa delle difficoltà legate al maltempo, l'arrivo della prima vera fornitura di dosi di vaccino anti-coronavirus per l'Abruzzo. Se ne occuperà direttamente Pfizer. I siti di stoccaggio sono già predisposti, con tanto dei frigoriferi necessari alla conservazione dei flaconi a temperature rigidissime (tra i 68 e i 70 gradi sotto zero). L'Abruzzo è pronto e, al momento, viene confermata la data di sabato 2 gennaio per l'avvio della campagna vera e propria che in questa fase coinvolge medici, infermieri, operatori sanitari e le strutture residenziali per anziani.

Avere contezza dell'effettivo momento dell'arrivo delle forniture, come spiega il capo del Dipartimento Salute della Regione, Claudio D'Amario, serve soprattutto a mettere su le equipe vaccinali in modo da garantire la piena continuità delle somministrazioni. Il ritmo, in questa vicenda, non è una variabile secondaria. Al momento le dosi in arrivo sono circa 8 mila. Ripartite in questo modo: 3 mila all'Asl di Chieti, 2 mila a testa per quelle di L'Aquila e Pescara e mille per quella di Teramo.

Mercoledì 30 Dicembre 2020, 08:42 - Ultimo aggiornamento: 13:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA