Covid, bambini contagiati: torna la didattica a distanza nel Teramano

Covid, bambini contagiati: torna la didattica a distanza nel Teramano
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Novembre 2021, 08:32


Il contagio stringe sempre di più nella sua morsa il territorio teramano che ieri con 58 positivi, su 128 in tutta la regione, è stata la provincia più colpita. Il tutto va a sommarsi al record negativo di contagi dell'altro ieri con 57, che ha sfondato la soglia dei 2.000 positivi che non si registrava dai tempi più caldi della terza fase della pandemia.


Cresce anche la pressione sui reparti ospedalieri in prima linea contro l'emergenza. I ricoverati sono 16, ai quali ne vanno aggiunti altrettanti nella Rsa di bivio Bellocchio a Giulianova. L'attenzione resta massima anche nelle scuole. A Roseto «in seguito all'accertamento di una positività nella Sezione Bianca della Scuola dell'Infanzia via Veronese, comunicazione pervenuta nella tarda mattinata di ieri dall'Ucat è stata attività la sorveglianza che predispone la quarantena domiciliare e la sospensione delle attività didattiche in presenza per gli alunni della suddetta sezione, fino all'esito di tutti gli esami diagnostici, dice una nota. Quindi una ventina di bimbi restano a casa in didattica a distanza.


A Teramo invece è stata superata la fase acuta dell'emergenza nell'asilo nido Il Girasole che ha riaperto i battenti ieri, dopo oltre dieci giorni di sospensione dell'attività a causa del contagio di una educatrice e poi di un allievo. L'esito negativo degli ultimi tamponi a cui sono stati sottoposti alunni e personale della struttura, dunque, ha indotto l'amministrazione comunale a rimuovere il blocco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA