CORONAVIRUS

Coronavirus, un contagiato a Pescara: è uno speleologo rientrato da Vicenza

Sabato 29 Febbraio 2020
Coronavirus, ricoverato a Pescara un paziente di rientro dalla Lombardia

Coronavirus,  un ricoverato a Pescara: si tratta di uno speleologo  del Soccorso Alpino, 48 anni, di San Giovanni Teatino che aveva appena fatto ritorno da Vicenza e ha accusato febbre alta e tosse. Così ha avvertito subito le autorità sanitarie: il primo test non ha lasciato dubbi e i risultati del secondo tampone, arrivati in nottata, hanno confemato l'infezione. Le sue condizioni al momento sono sotto controllo.

Il paziente 1 dell'Abruzzo è ricoverato a Teramo, si tratta di un bancario di 50 anni di Brugherio (Monza), che la scorsa settimana era venuto in vacanza a Roseto con moglie 47enne e due figli piccoli. L'uomo è risultato positivo al test ed è in ospedale, moglie e figli che in un primo momento stavano bene ed erano stati posti in isolamento fiduciario nella loro casa al mare, oggi sono stati portati all'ospedale di Teramo dopo il malore improvviso della donna e della bambina di 5 anni. In ospedale anche il fratellino più grande di 8 anni, che sta un po' meglio. La Regione Abruzzo sta valutando dove ricoverare i due piccoli: mamma e figli non possono stare in un'unica stanza, ma vanno isolati, e i bambini non posso essere ricoverati in un reparto per adulti come Malattie infettive di Teramo. Un problema non da poco. Per ora i due bambini sono stati portati in ospedale per essere sottoposti ad accertamenti più approfonditi. Anche loro dovranno fare il tampone per il Covid-19.

All'Aquila è ricoverata una dottoressa tirocinante di Brescia, tornata nel capoluogo abruzzese per sostenere l'esame di abilitazione alla professione. Il test sulla donna è risultato una volta posivito, un'altra negativo. Oggi, in serata, è arrivata la certezza del contagio.

Coronavirus in Abruzzo, ricoverata una dottoressa dell'Aquila: il fidanzato contagiato in Lombardia
Pescara, mascherine e disinfettanti mani: controlli sul rialzo dei prezzi
«Nel corso della notte, dall'esito del test eseguito su un paziente sintomatico di ritorno dalla Lombardia, è emersa una sospetta positività dello stesso al Covid 19 - spiega una nota  del dipartimento prevenzione e tutela della salute della Regione - L'uomo è ricoverato in isolamento all'ospedale di Pescara e un secondo campione è stato inviato all'Istituto superiore di Sanità per le controanalisi».
Coronavirus, primo caso di contagio in Abruzzo: è un impiegato di banca di 50 anni
Coronavirus, contagio a Roseto: il sindaco chiude le scuole
Sono stati contestualmente avviati precauzionalmente i protocolli di sicurezza sui familiari e contatti stretti, mentre è in corso il tracciamento degli altri contatti che il paziente ha avuto negli ultimi giorni. Il dipartimento prevenzione e tutela della salute della Regione specifica che «non ci saranno ulteriori aggiornamenti sul caso fino ai risultati dei test dell'Iss».

 

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA