Covid, avanza l'epidemia: 434 positivi e due morti. Teramo con 170 nuovi casi è la provincia più a rischio, poi L'Aquila (+154)

Mercoledì 28 Ottobre 2020
Covid, avanza l'epidemia: 434 positivi e due morti. Teramo con 170 nuovi casi è la provincia più a rischio, poi L'Aquila (+154)

Un nuovo, preoccupante, picco di contagi da coronavirus in Abruzzo: oggi i positivi 434, su 3.980 tamponi eseguiti. Sono complessivamente 9.193 i casi positivi al Covid-19 registrati nella regione dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 434 nuovi casi (di età compresa tra 7 mesi e 100 anni).  Dei nuovi casi, 120 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 70, di cui 24 in provincia dell'Aquila, 10 in provincia di Pescara, 4 in provincia di Chieti e 32 in provincia di Teramo.

Covid, la mamma di un'alunna down: «Chiusa a casa sta male, scuola e piscina per lei sono aria». E firma petizione online

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 534 (si tratta di una 87enne di Pescara e una 86enne di Chieti). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3.630 dimessi e guariti (+12 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi o guariti e dei deceduti) sono 5.029 (+420 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 276.881 test (+3980 rispetto a ieri).

Morto nell'auto in attesa di ricovero, Enzo era negativo al Covid. La famiglia: «Vogliamo la verità»

Sono 306 i pazienti (+22 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 26 (+4 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 4.697 (+394 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 2.487 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+154 rispetto a ieri), 1.752 in provincia di Chieti (+44), 2.603 in provincia di Pescara (+51), 2.186 in provincia di Teramo (+170), 59 fuori regione (invariato) e 106 (+15) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.

Ultimo aggiornamento: 15:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA