CORONAVIRUS

Coronavirus, in Abruzzo è allarme contagio tra i giovanissimi

Venerdì 14 Agosto 2020
Coronavirus, in Abruzzo è allarme contagio tra i giovanissimi
È allarme anche in Abruzzo per la circolazione del coronavirus tra giovanissimi. Tredici i nuovi casi accertati nelle ultime ore, dieci dei quali riguardano ragazzi fra i 18 e i 24 anni. Gli esperti della task force regionale, in vista del Ferragosto, rinnovano gli inviti alla prudenza: mascherine e distanziamento restano fondamentali.

Sette i nuovi casi in provincia di Pescara: quattro giovani di Tocco da Casauria rientrati da Malta (la notizia è circolata già ieri, ma i dati sono stati inseriti solo oggi nel bollettino ufficiale), due ragazzi di Montesilvano e un uomo di Loreto Aprutino. Tre nel Chietino: un 21enne di Vasto rientrato da Malta - il giovane era già in ospedale con i sintomi del Covid-19 e si attendeva l'esito del tampone - un ragazzo di San Salvo e un uomo di Francavilla al Mare.

Tre i casi nell'Aquilano: due giovani di Avezzano e un uomo di Lucoli. Il totale dei pazienti affetti da Covid-19 in Abruzzo sale a 3.545. Gli attualmente positivi, in aumento, sono 242: in ospedale ci sono 24 pazienti, uno dei quali in terapia intensiva, gli altri 218 sono in isolamento domiciliare. I guariti salgono a quota 2.831. Non ci sono decessi recenti: il bilancio delle vittime è fermo a 472. Dall'inizio dell'emergenza sono stati eseguiti complessivamente 139.426 test.  © RIPRODUZIONE RISERVATA