INFLUENZA

Convulsioni durante l'influenza, bimba gravissima: da Giulianova trasportata ad Ancona

Domenica 8 Dicembre 2019 di Francesco Marcozzi
Era in preda alla febbre da qualche giorno. Una bimba di 4 anni di Giulianova, l’altra sera ha subìto un grave peggioramento e dopo essere stata curata all’ospedale cittadino, ora è ricoverata al Salesi di Ancona. Per lei, oltre alla febbre, anche convulsioni e crisi epilettiche.

I genitori che l’accudivano a casa, sperando che la febbre potesse calare, hanno invece dovuto constatare che la bambina cominciava a presentare convulsioni e subito dopo incontrollabili crisi epilettiche. Vista la situazione drammatica, hanno chiesto l’intervento di un’ambulanza del 118 con la quale la piccola è stata trasportata al pronto soccorso del nosocomio giuliese. Qui i medici hanno constatato la grave situazione e dopo aver praticato delle terapie anche con sedativi, nella speranza che Paola potesse addormentarsi e ottenere un effetto calmante sull’epilessia, ma visto che non si registravano miglioramenti e dopo essersi consultati con i colleghi della Rianimazione, hanno deciso di trasferire la piccola nell’ospedale pediatrico Salesi di Ancona.

Va sottolineato che l’ospedale di Giulianova non può più contare su un reparto di pediatria e che nemmeno al Mazzini curano questo tipo di complicazioni, per cui il nosocomio più vicino e che offre la massime garanzie è quello marchigiano. È stato chiesto l’intervento di un elicottero che si subito mosso dall’aeroporto di Pescara e chiesto alla guardia costiera l’autorizzazione a fare scalo sul porto giuliese, dove è atterrato verso le 20.30. La bambina è stata trasportata in ambulanza sulla banchina di riva, qui sistemata a bordo e poi trasferita all’ospedale di Ancona dove è ricoverata in prognosi riservata. Immediate le cure nell’ospedale dorico dove la bimba è stata sottoposta ad accertamenti e specifici trattamenti. In serata sembra che sue condizioni siamo migliorate. Accanto alla bimba ci sono i genitori, ancora scossi dalla paura per il peggioramento a casa della bambina. Sono stati rassicurati dei medici marchigiani sulle sue condizioni che restano comunque critiche. Bisogna aspettare almeno 24 ore per capire come la bimba reagirà alla terapia, anche se leggeri miglioramenti erano già evidenti ieri sera. © RIPRODUZIONE RISERVATA