Ortona, minacciò la madre per soldi con un coltello: non è punibile

Mercoledì 8 Luglio 2020
Ortona, minacciò la madre per soldi con un coltello: non è punibile

Minacciò la madre, puntandole un coltello per costringerla a dargli 150 euro che gli servivano per comprare droga. Ma non usò violenza e dunque non è punibile. Era accusato di estorsione Franco Valentini, 48 anni, di Ortona, sottoposto dell’allontanamento dalla casa familiare. Per l’uomo, difeso d’ufficio dall’avvocato Ciro Striano, ieri il pm Lucia Campo ha chiesto la condanna a 3 anni, 4 mesi di reclusione. Valentini non è punibile, ha deciso il Tribunale, presidente Guido Campli, giudici a latere Chiara Di Gerio e Maurizio Sacco, applicando l’articolo 649 del codice penale.

LEGGI ANCHE Atti sessuali con allievo 17enne: il preside resta agi arresti domiciliari

Nel reato commesso ai danni della madre ci fu sì minaccia ma non violenza, elemento, quest’ultimo, la cui carenza rende il figlio non è punibile. Come emerso dalla testimonianza resa in aula dalla donna, quel giorno il figlio era agitatissimo, voleva 100 euro «per stare fuori 2-3 giorni», e prese dal cassetto un coltello da cucina: «Lo aveva in mano, venne verso di me, mi voleva ferire e mi sono spaventata, ma non me lo ha puntato - ha detto la donna - Io gli ho consegnato i soldi ed è andato via e noi siano andati in caserma».
 

Ultimo aggiornamento: 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA