Chieti, con la moto contro un'auto, muore infermiere di 27 anni: lavorava nel reparto Covid di Casoli

Con la moto contro un'auto, muore infermiere di 27 anni: lavorava nel reparto Covid
di Walter Berghella
3 Minuti di Lettura
Martedì 13 Luglio 2021, 08:03 - Ultimo aggiornamento: 09:06

La giornata di sangue sulle strade provinciali ha avuto un drammatico epilogo ieri sera a Casoli, in provincia di Chieti, dove in un pauroso impatto tra moto e auto ha avuto la peggio Mario Scampamorte, 27 anni, infermiere dell’ospedale di Casoli, nato ad Atessa e residente a Lanciano. Erano le 20.30 quando la tragedia si è consumata sulla strada provinciale 100 Pedemontana in località Piana delle Vacche, vicino alla zona industriale Casoli Est. La Kawasaki Ninja 650cc condotta dall’ infermiere si trovava dietro una Fiat Punto, condotto dal ventenne S.C., che stava svoltando a sinistra su una strada laterale. L’infermiere ha visto la manovra all’ultimo momento ed è andato a urtare con la porteria laterale della Punto, sul lato guidatore. L’impatto è stato tremendo. Mario è sobbalzato dal sellino ed è ricaduto a terra. Lo scontro gli ha provocato un pesante politrauma che non gli ha lasciato scampo. E’ deceduto quasi all’istante.

Scontro tra auto e moto, Guido muore a 21 anni

I colleghi del 118 sopraggiunti in pochi minuti non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri, coordinati dal maggiore Vincenzo Orlando, e i vigili del fuoco di Casoli. Lo sgomento e il dolore dei colleghi del 118 è stato profondo appena hanno visto che si trattava di Mario, che era impegnato nel reparto Covid del locale ospedale Consalvi.  Poco dopo il drammatico incidente ha raggiunto la zona industriale anche il sindaco Massimo Tiberino, il quale ha espresso l’immenso cordoglio dei casolani e di tutto il personale ospedaliero. E’ una morte davvero sconvolgente quello del giovane infermiere che ha rattristato tutti quelli che lo conoscevano e che da lui hanno avuto cura e assistenza con grande professionalità. La procura di Lanciano ha avviato un indagine per omicidio stradale e sequestrato entrambi i mezzi coinvolti nel bruttissimo impatto. Disposta l’autopsia che si terrà a Chieti. Nell’incidente è rimasto lievemente ferito anche il conducente della Fiat Punto che è stato trasportato per cure all’ospedale di Lanciano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA