Stalking, noto negoziante di Chieti
condannato a quattro anni

Mercoledì 12 Febbraio 2020
CHIETI Secondo l'accusa, dopo la separazione iniziò a tempestare la moglie di messaggini con i quali oltre a richiederle con insistenza denaro, la ingiuriava apostrofandola con espressioni molto pesante e lesive della sua dignità. Ma l'avrebbe addirittura minacciata di morte e di danneggiarla, e di denunciare quelle che a suo dire erano irregolarità commesse della donna nell'esercizio della propria attività commerciale. Accusato di atti persecutori, ovvero stalking, e di lesioni personali, un negoziante teatino di 59 anni è stato condannato a 4 anni di reclusione dal giudice monocratico Guido Campli e a risarcire 20.000 euro di danni alla moglie parte civile. Interdetto dai pubblici uffici per 5 anni. © RIPRODUZIONE RISERVATA