Il carabiniere Bonanotte festeggia i cento anni, ha combattuto sul fronte croato-dalmata

Lunedì 9 Dicembre 2019 di Sonia Paglia
Festa di compleanno speciale ieri ad Ateleta (L'Aquila) per l'appuntato in congedo, Alfredo Bonanotte, che ha compiuto 100 anni. Uno dei carabinieri più longevi d'Italia. Bonanotte, classe 1919, è stato festeggiato nella Sala Convegni del Comune di Ateleta e ha ricevuto gli auguri di tutta la "famiglia" dei carabinieri, rappresentata dal colonnello Nazareno Santantonio, Comandante Provinciale di L’Aquila, dal capitano Fabio Castagna, Comandante della Compagnia di Castel di Sangro, dal luogotenente Gaetano Sapienza, Comandante della Stazione Carabinieri di Ateleta, insieme a una rappresentanza della locale Associazione Nazionale Carabinieri. Con loro, anche il sindaco di Ateleta, Giacinto Donatelli.

Nel corso della cerimonia è stata proiettata una raccolta di fotografie storiche che raccontano la memoria della vita di Alfredo ed è stata data lettura degli auguri inviati dal generale C.A. Vittorio Tomasone, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” Napoli. Il centenario ha ricevuto un Crest, con lo stemma araldico dell’Arma dei Carabinieri con lettera di auguri da parte del Comandante Generale dell’Arma, Giovanni Nistri e un calendario dell’Arma 2020 con biglietto di auguri del Comandante Provinciale. Arruolatosi nell’Arma dei Carabinieri nel 1939, all’età di vent’anni, Bonanotte partì nel 1940 per il fronte croato-dalmata dove rimase per 5 anni. Terminata la guerra venne destinato inizialmente a Napoli, poi in Marsica e infine alla Stazione Carabinieri di Villa Santa Maria, dove ha prestato servizio fino al suo congedo avvenuto nel 1957. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma