ULTIME NOTIZIE

Cane salvò la vita al padrone colpito da un ictus: Bobby ora è in canile

Domenica 6 Ottobre 2019 di Tito Di Persio
Montorio, Bobby salvò il padrone ma nessuno lo adotta e ora è finito nel canile

«Cosa penserai dietro quelle sbarre? Chissà quanto cerchi il tuo papà umano che lotta per vivere?» si chiede una volontaria. Bobby con i suoi lamenti, lo scorso 24 settembre, aveva salvato la vita al suo padrone colto da un ictus, attirando l’attenzione dei vicini. Per questo fu chiamato il cane eroe. Un’uscita trionfale da casa, trattato come una star, tra abbracci a applausi della gente e volontari. Come “ricompensa” è finito dietro le sbarre di un canile sanitario, a Castelbasso, in provincia di Teramo. Appena terminerà la profilassi sarà spedito in qualche canile definitivo.

Nori, il cane dal volto umano diventa una star del web con migliaia di follower

Roma, torturano un gatto randagio: gli bloccano la testa dentro a una bottiglia, caccia ai responsabili

A meno che, non trovi prima una famiglia disposta a contraccambiare il suo amore. È la storia di Bobby, un cane segugio di 4 anni e del suo proprietario Antonio, 70enne che si è sentito improvvisamente male nell’appartamento di Montorio al Vomano, in provincia di Teramo, in Abruzzo, dove vive. Le sue gravi condizioni non gli hanno permesso di chiamare i soccorsi, ma i guaiti del suo inseparabile amico a quattro zampe hanno richiamato l’attenzione del vicino, che da dietro la porta ha udito i lamenti di Antonio. Subito sono stati allertati i soccorsi. Sul posto un’ambulanza e i vigili del fuoco che hanno rotto una finestra e trovato l’uomo riverso a terra, vegliato dal cagnolino. «Bobby non abbaiava, ma era come se facesse un triste lamento - racconta una vicina di casa - Quel suono mi ha fatto scattare il dubbio che c’era qualcosa che non andava. Quando ha visto i pompieri ha emesso un forte ululato, come un grido di liberazione. Poi, ha assistito silenziosamente alle operazioni di soccorso». Dopo poche ora, dal momento che il cagnolino non poteva restare solo e nessuno poteva occuparsene era stato portato al canile. 

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 09:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma