Bulli, ragazzino picchiato sotto gli occhi dei passanti: nessuno interviene

Lunedì 30 Dicembre 2019 di Tito Di Persio
1

Aggressione a Silvi Marina (Teramo) ai danni di un ragazzino di 15 anni, vittima di bullismo nei pressi della chiesa dell’ex Villaggio del Fanciullo. Sulla vicenda indagano i carabinieri anche se la madre del ragazzo al momento ancora non ha sporto denuncia. Da quando si apprende, il 15enne sarebbe uscito per una passeggiata verso le 16. Un gruppetto di suoi coetanei lo nota e l’avvicina. Qualche parola, poi uno di loro gli sferra un pugno in pieno volto. A quel punti i bulli si allontano ridendo della “bravata” che hanno appena fatto. Siccome il ragazzino indossava l’apparecchio ortodontico, il colpo gli ha procurato diverse ferite, sia interne che esterna la bocca.

LEGGI ANCHE Ragazzo picchiato a Milano perché gay: aggredito da dieci persone, ferite alla testa e al torace

Stando sempre alle indiscrezioni che i militari dell’arma stanno verificando in queste ore, il tutto sarebbe avvenuto sotto gli occhi di numerosi passanti, che avrebbero notato la scena ma nessuno di loro sarebbe intervenuto. Nemmeno dopo l’aggressione per soccorrerlo una volta sanguinante a terra. Il primo a stendergli gli la mano e chiamare i soccorsi sarebbe stato un ragazzo di passaggio ma solo dopo alcuni minuti dall’aggressione. Sul posto sarebbe arrivata un’ambulanza del 118 che ha accompagnato il bullizzato all’ospedale San Liberatore di Atri dove sarebbe ancora ricoverato.

Inoltre la madre visionando il cellulare avrebbe trovato dei messaggi vocali e video con minacce nei confronti del figlio risalenti al 23 dicembre, ad anche alcuni antecedenti. la preoccupazione del genitore è che il figlio sarebbe vittima dei bulli ormai da anni. la notizia è diventata è diventata subito virale sul web. Al momento le forze dell’ordine affermano di esserne venuti a conoscenza per mezzo stampa solo ieri. Ma già in giornata inizieranno a fare le prime verifiche per cercare di far luce su una vicenda incresciosa.

Ultimo aggiornamento: 10:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA