Lanciano, calci e pugni tra giostrai: paura al Luna Park

Lanciano, calci e pugni tra giostrai: paura al Luna Park
di Walter Berghella
2 Minuti di Lettura
Sabato 11 Settembre 2021, 08:52

Luna park nel terminal bus di Lanciano, la prima attrattiva andata in scena è il Far West. L’altra sera botte da orbi tra alcuni giostrati mentre montavano gli spettacoli viaggianti. Schiaffi, pugni, calci e alla fine in due sono rimasti feriti, rifiutando sia di farsi medicare al pronto soccorso che sporgere denuncia contro gli assalitori. Sul posto volanti del commissariato frentano e un equipaggio dei carabinieri chiamato in ausilio. Per quanti passavano in quel momento, anche con figli al seguito, c’è stato un gran bel spavento.

Sul fronte investigativo si accelera e ieri è entrata in scena anche la squadra Mobile di Chieti, diretta dal vice questore aggiunto Miriam D’Anastasio, che ha effettuato un blitz in un appartamento di via Marciani per cercare alcuni partecipanti alla scazzottata. Si cercano collegamenti anche con un analogo episodio avvenuto a Montesilvano. Polizia impegnata su tutti i fronti per capire da dove è partita la violenta scintilla e per ora si procede per lesioni personali.

Si ritiene che alla base dell’aggressione ci sia un’azione di un gruppo di giostrai di Lanciano che ha attaccato i loro colleghi di Pescara. Anche in passato si sono verificate risse per accaparrarsi i posti migliori. La natura del business dell’aggressione sarebbe la motivazione principale su cui si indaga, e si continuerà a farlo per capire il reali movente anche perché alla base della lite c’è un aspetto di ordine pubblico, sicurezza e legalità. L’allestimento del luna park nel terminal Tua è stata contrastata dal Comune, che non l’aveva concesso, ma dopo ha ceduto anche sulla spinta di annunciate manifestazioni di proteste dei giostrai che volevano bloccare la città con i loro grandi mezzi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA