Bimba sparita, i poliziotti dell'elicottero di Pescara: «Così abbiamo salvato Nicole»

Bimba sparita, i poliziotti dell'elicottero di Pescara: «Così abbiamo salvato Nicole»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Aprile 2022, 08:14

«Le ho messo il mio cappellino di lana in testa e la coperta termica, poi l'abbiamo tenuta stretta in braccio. Ci ha detto che aveva fame e freddo». A parlare è il vice ispettore Rosario Serago, 51 anni, del reparto volo della Polizia a Pescara. È il comandante dell'equipaggio che ieri ha ritrovato, nelle campagne di Sant'Angelo Limosano, in Molise, Nicole, la bambina di 5 anni dispersa dalla sera di sabato.

A bordo anche il vice ispettore Marcello Spadone, i piloti Donato Trozzi e Francesco Catalano e due operatori del soccorso alpino. La storia alla quale gli angeli pescaresi del soccorso hanno assicurato il lieto fine ha tenuto col fiato sospeso tutta l'Italia. «Da lassù era un semplice puntino rosa - racconta Serago -, abbiamo deciso un sorvolo a bassa quota e ci siamo accorti che era lei. Era in piedi, vigile. Per recuperarla, dopo aver atterrato nei pressi, ci siamo calati in un dirupo pieno di rovi: ho fame, voglio fare merende sono state le sue prime parole».

Poliziotti e operatori del soccorso hanno formato una catena umana passandosi la piccola fino alla sommità del dirupo. Poi il volo fino al campo sportivo del paese e l'arrivo di medico e ambulanza. Missione compiuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA