Italbasket alle Olimpiadi trascinata dal pescarese Fontecchio e dal teatino Ricci

Italbasket alle Olimpiadi trascinata dal pescarese Fontecchio e dal teatino Ricci
2 Minuti di Lettura
Lunedì 5 Luglio 2021, 09:29

Serata storica ieri per il basket azzurro: l'Italia piega 102 a 95 la Serbia, compagine che ci aveva battuto nelle ultime sette gare disputate. Mannion fa il fenomeno, il pescarese Fontecchio scudetto con Berlino (figlio di Daniele e Amalia Pomilio, nipote di Vittorio e fratello minore di Luca) e Polonara sono immarcabili e Pajola, praticamente all'esordio in Nazionale, completa il quadro giocando con la personalità di un veterano.

Bene anche il teatino Giampaolo Ricci scudetto con Bologna (figlio dell'ex sindaco Francesco) autore di 3 punti.  Prestazione di gran spessore per tutti i giocatori schierati da Meo Sacchetti, che da giocatore ha conquistato un argento alle Olimpiadi (nel 1980 a Mosca) e adesso affronterà il torneo a Cinque Cerchi da coach. E a Tokyo potrebbe esserci anche Gallinari. 

Le avversarie nel girone degli Azzurri alle Olimpiadi saranno Australia, Germania e Nigeria.

Il tabellino. Italia - Serbia 102-95

Italia: Spissu ne, Mannion 24, Tonut 15, Melli 5, Fontecchio 21, Tessitori 2, Ricci 3, Abass ne, Moraschini, Vitali 0, Polonara 22, Pajola 10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA