Investito in passeggino, al bimbo si ferma il cuore: rianimato in strada dal 118

Investito in passeggino, al bimbo si ferma il cuore: rianimato in strada dal 118
di Tito Di Persio
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Marzo 2022, 07:38

Un bimbo di otto mesi è in gravissime condizioni all'ospedale pediatrico Bambino Gesù a Roma dopo essere stato investito dall'auto guidata da un anziano mentre era a passeggio con la nonna. Anche la donna è grave, ma non sarebbe in pericolo di vita. L'incidente si è verificato ieri mattina alle 10 sulla Statale 150 a Pagliare, nel comune di Morro D'Oro (Teramo). Una bellissima giornata soleggiata dalla temperatura mite, dopo settimane di freddo, quindi adatto per fare una bella passeggiato con il nipotino si è trasformata in dramma per N.M., una donna di 62 anni.

La donna era uscita da poco da casa, il tempo di percorrere trecento metri, attraversare quella maledetta strada, per poi trovarsi nel parchetto per bimbi davanti la chiesa, magari trovare altri genitori o nonni con bambini. Purtroppo le cose hanno preso una piega ben diversa: T.I., un uomo di 89 anni alla guida di un Suv, per causa ancora in fase di accertamento da parte della polizia stradale, mentre viaggiava da Roseto verso Teramo, in prossimità delle strisce pedonali li ha investiti.

In pochi istanti sono usciti subito le persone dal bar di fronte e si sono fermati alcuni automobilisti a prestare i primi aiuti. Ma c'erano anche diverse donne e uomini scioccati, fermi e immobili con le mani sul capo. «Questa strada è maledetta», ha strillato un uomo. In effetti in quell'incrocio negli ultimi anni si sono verificati diversi gravi incidenti. Uno di loro ha allertato i soccorsi. Sul posto sono arrivate in poco tempo un'ambulanza medicalizzata da Roseto e l'altra da Giulianova. Ma la situazione era grave. Allora i sanitari hanno deciso di allertare l'elisoccorso che si è alzato in volo dall'Aquila. Elicottero si è fermato in uno spiazzale vicino. I due feriti erano già stati caricati quando il cuore del bimbo si è fermato.

A quel punto il medico presente l'ha fatto scendere per rianimarlo (intervento riuscito) ed ha scelto per lui il trasporto in ambulanza scortato da una macchina della polizia. Entrambi sono stati portati all'ospedale Mazzini di Teramo. Il piccolo ha riportato un trauma cranio commotivo emorragico. Visto la gravità della situazione il personale del pronto soccorso dopo averlo intubato e stabilizzato, ha di nuovo fatto alzare in volo l'elicottero per il trasporto all'ospedale pediatrico romano. Ad attenderlo già una sala operatoria prenotata e un'equipe di chirurghi specializzati. Dovrà subire un delicatissimo intervento di micro chirurgia al capo. Mentre la nonna ha riportato diversi traumi.

Anche lei è grave ma non sarebbe in percolo di vita. Il pm di turno Andrea De Feis, sulla vicenda ha aperto un fascicolo e disposto il sequestro dell'auto e del passeggino. L'uomo di 89 anni è risultato negativo all'alcoltest. Come di prassi è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di lesioni personali stradali gravi. Si sono create lunghe code di auto a tir in entrambe le direzioni. Sul luogo per la gestione del traffico sono confluite due pattuglie della stradale e la municipale. La viabilità è tornata alla normalità verso le 13.30. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA