Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Avezzano, accoltellato campione di pugilato: è grave

Avezzano, accoltellato campione di boxe: è grave
di Manlio Biancone
1 Minuto di Lettura
Venerdì 10 Aprile 2020, 23:17 - Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 10:51
Il pugile Ivan Di Berardino, 38 anni, avezzanese - a Montichiari l’8 dicembre 2018, battendo Fabio Tuiach, conquistò il titolo italiano dei massimi - l’altra sera è stato accoltellato al fianco e all'addome  al culmine di una lite.  E' in gravissime condizioni all’ospedale di Avezzano dove è stato trasportato dall’ambulanza del 118.
Coronavirus, balzo a 1.703 contagi: altri 75 positivi e 5 morti Pescara e Teramo in prima linea
L'accoltellamento è  avvento ad Avezzano, in località Caruscino, davanti ad una villetta di una famiglia rom. I medici del reparto di Chirurgia dell’ospedale di Avezzano hanno operato per diverse ore l’uomo che, seppur in prognosi riservata, non sarebbe in pericolo di vita. Di Berardino è ancora in attività e a ottobre scorso in una competitiva trasferta in Germania, contro l’ucraino Vladyslav Sirenko, non ce l’ha fatta. 

Picchiato anche un nipote che lo accompagnava e che ha riportato ferite in diverse parti del corpo e per questo è stato medicato al Pronto soccorso. Resta da capire perché gli aggressori si siano accaniti con tanta violenza. Ci sono indagini in corso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA