Pescara, gli studenti tornano a scuola: l'aula è senza banchi e sedie

Venerdì 9 Settembre 2016 di Mila Cantagallo
2
PESCARA - Niente banchi né sedie il primo giorno di scuola alla Gescal-Montale di Pescara. Ieri mattina, al rientro dalle vacanze estive, l’amara sopresa degli alunni della terza B, rimasti in piedi a contemplare l’aula vuota arredata solo da una cattedra e uno scaffale. Eppure doveva essere tutto pronto per accogliere gli studenti, la dirigenza dell’istituto aveva ordinato sedie e banchi nuovi per la terza B ma la ditta appaltatrice della fornitura non è riuscita ad evadere l'ordine prima dello squillo della campanella inaugurale dell’anno scolastico.

Secondo il consigliere comunale Fabrizio Rapposelli che ha denunciato l’episodio, il ritardo sarebbe imputabile dovuto all’attività commerciale selezionata dall’amministrazione comunale ma ad un precedente intoppo burocratico negli uffici di Palazzo di Città: «La scuola ha inoltrato richiesta con sette mesi di anticipo –scrive in una nota Rapposelli- il documento, puntualmente protocollato, si è arenato tra l’indifferenza degli uffici tecnici della pubblica istruzione e di un distratto assessore Di Iacovo, Sembra che appena tre settimane fa la lettera sia stata riesumata tra le carte e sia stata indetta una frettolosa gara d’appalto».

L'assessore alla pubblica istruzione Giovanni Di Iacovo spiega l'accaduto: «La scuola ha anticipato l'apertura di un giorno senza comunicarlo per tempo e noi avevamo fissato con la ditta fornitrice la data del 9 come scadenza dell'appalto. Gli arredi erano tuttavia in classe alle ore 11 dell'8 settembre. Non è successo nulla di grave anche poiché è noto che che il primo giorno di scuola le lezioni non si svolgono in modo regolare in classe».

La preside della Gescal –Montale Stefania Petracca rassicura sulla prima giornata vissuta a scuola dagli alunni : «Alle 10,30 è arrivato il camion per la consegna di sedie e banchi ma non c’è stato il tempo di sistemarli in classe. I bambini non sono però rimasti in piedi nell’aula, sono stati inclusi nel progetto accoglienza precedentemente predisposto dal nostro istituto, hanno preso parte ad attività illustrative in palestra ed in aula magna dove hanno seguito anche il concerto di un violinista . Oggi alla ripresa delle lezioni, la classe avrà la sua aula a disposizione, regolarmente arredata». Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 10:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma