Coste, come arginare l’erosione: l’Arta presenta lo studio per il ripascimento

Mercoledì 21 Ottobre 2020
Maurizio Dionisio, direttore regionale dell'Arta Abruzzo

«Interventi sui sedimenti marini sempre più compatibili con la natura degli ecosistemi per arginare il fenomeno dell’erosione». È stato presentato questa mattina, nell’ambito dell’incontro online per la presentazione del Rapporto Ambiente Snpa, un importante studio dell’Arta Abruzzo che darà un contributo fondamentale alle azioni di contrasto all’erosione costiera. Tra i relatori del convegno, il Direttore dell’Agenzia abruzzese, Maurizio Dionisio, che ha illustrato i possibili sviluppi del lavoro sulle innumerevoli attività di dragaggio di tutti i porti italiani e per il ripascimento del litorale adriatico.

«La best practice individuata per l’Abruzzo – ha spiegato il direttore Arta - è motivo di personale orgoglio perché il lavoro svolto dalla Agenzia, per la determinazione dei valori dei sedimenti marini, è il primo in Italia. La scomparsa delle spiagge per l’aggressione dell’erosione costiera è un fenomeno che desta grande preoccupazione. Il nostro studio – ha dichiarato Dionisio - consentirà di effettuare interventi sempre più compatibili con la natura degli ecosistemi, permettendo un recupero di svariati chilometri di spiagge. Pertanto – ha concluso Dionisio - vorrei rivolgere un plauso al team di esperti che hanno lavorato alla realizzazione di questo importante studio». Proprio in queste ore, inoltre, la commissione consiliare ha approvato l’emendamento che attribuisce all’Arta il ruolo di soggetto attuatore della legge regionale “Abruzzo Regione del Benessere”.

«Come Arta, abbiamo la grande occasione – ha dichiarato l’avvocato Dionisio – di trasformare il territorio abruzzese in un luogo d’eccellenza per la qualità della vita, l’offerta turistica, l’enogastronomia di qualità, la cultura del cibo, sviluppando caratteristiche e peculiarità uniche di una terra straordinaria, esente da massicci fenomeni d’inquinamento antropico. Ritengo sia fondamentale – ha concluso Dionisio - coniugare i principi di salute e di benessere con gli obiettivi di tutela dell’ambiente e di sviluppo sostenibile. Per questo motivo, ringrazio l’assessore regionale all’Ambiente, Emanuele Imprudente, per la fiducia nei confronti di Arta e per la sensibilità e l'attenzione dimostrate verso il territorio abruzzese».

 

Ultimo aggiornamento: 18:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA