Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'Aquila, sequestrati i vestiti al 15enne arrestato per lo stupro della ragazzina

L'Aquila, sequestrati i vestiti al 15enne arrestato per lo stupro della ragazzina
di Marcello Ianni
2 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 07:59

Sequestrati indumenti del presunto violentatore minorenne ma anche delle sue vittime, mentre si continua a scavare nella vita del ragazzo a caccia di possibili altri casi oltre a quelli già portati a galla di recente. Proseguono senza sosta le indagini nei riguardi del 15enne nato all'Aquila ma di origine rumena, per il quale recentemente si sono aperte le porte del carcere minorile di Roma con le pesante accusa di aver violentato tre ragazze minori, anche loro aquilane ed in una circostanza di aver tentato di rapinare un coetaneo.


E' indiscrezione che gli agenti della Squadra mobile hanno sequestrato gli indumenti del minorenne ma anche quelli indossati dalle vittime nei momenti in cui gli incontri amicali si sarebbero trasformati per le tre ragazzine (di cui una appena 13enne) in atti di violenza sessuale. Proprio per non lasciare nulla di intentato vista la delicatezza dell'argomento e soprattutto dell'età dei ragazzi coinvolti, gli investigatori vogliono verificare eventuali tracce ematiche e di Dna che possano in qualche modo chiarire ulteriori aspetti che magari in questa fase iniziali potrebbero non essere chiariti.


Nel frattempo si è in attesa delle risultanze investigative sui contenuti (messaggi e foto) sul telefono cellulare del minore indagato, sul quale si continua a scavare sul proprio passato, riguardo sempre i suoi contatti con altri minorenni, sotto i Portici di San Bernardino, luogo di ritrovo di molti ragazzi e recentemente appunto teatro (nelle sue vie adiacenti) di tre violenze sessuali, avvenute in pieno giorno, ai danni di altrettanti ragazzine.

E' stata una di loro (assistita dall'avvocato Massimo Costantini) a presentare denuncia dopo poco essere stata violentata dal 15enne mentre si trovava ancora sotto i Portici di San Bernardino. Atto che ha dato forza ad altre due ragazzine a farsi coraggio nei giorni successivi e a raccontare quanto da loro subito sempre per mano di Mario a famigliari e agenti della Squadra mobile. Di qui la richiesta del Pm della Procura minorile, Lorenzo Maria Destro, accolta dal Gip, Cristina Tettamanti, di emissione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il minore, da due settimane rinchiuso in una struttura minorile a Roma da dove ha deciso di non rispondere alle domande dei magistrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA