Addio a Luigi: una malattia ha stroncato lo storico restauratore di moto d'epoca

Domenica 24 Maggio 2020
L’AQUILA – Un male incurabile, contro cui ha lottato strenuamente per lunghi mesi, si è portato via Luigi Mastrantonio, aquilano, 65 anni.

La città piange un lavoratore infaticabile e, soprattutto, un appassionato restauratore di moto d’epoca, attività che ha condotto con dedizione e grande competenza per una vita intera, diventando un simbolo per gli aquilani e non solo, appassionati di motori ma non solo. 

Nella sua officina, al Torrione, sono passate centinaia di persone che negli anni hanno potuto toccare con mano il suo amore per le due ruote. Da qualche anno era andato in pensione, ma non per questo aveva smesso di lavorare: qualsiasi cosa fatta a mano era, per lui, degna di attenzione e cura. Falegnameria, orologi, arredi, oggetti: riusciva a creare tutto, anche con poco. Persona umile e dedita alla famiglia, si è spento all’ex Onpi. Lascia la  moglie Grazia e la figlia Fabiana.

L’ultimo saluto domani mattina, lunedì, alle 11 nella chiesa di San Bernardino in piazza d’Armi.   © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani