Coronavirus: didattica a distanza, la protesta in piazza di genitori e bambini

Coronavirus: didattica a distanza, la protesta in piazza di genitori e bambini
2 Minuti di Lettura
Sabato 30 Maggio 2020, 16:05 - Ultimo aggiornamento: 18:27

L'AQUILA - Manifestazione di protesta, all'Aquila, in piazza Duomo, contro la didattica a distanza. Genitori, insieme ai bambini di infanzia, elementari e medie, con magliette e striscioni, debitamente distanziati, hanno sottolineato le criticità di questa metodica di insegnamento che ha contrassegnato il periodo della quarantena per il coronavirus. 
 

"Come genitori siamo rimasti scioccati e spaventati dalla reazione di questi bambini, che sono stati lasciati per ultimi - dicono i genitori - Ci aspettiamo che le istituzioni ascoltino il grido di allarme dei genitori: a settembre i bambini devono tornare a una scuola in presenza, in sicurezza. Ovviamente non siamo medici, pretendiamo una scuola in presenza. Il tempo per pensare cosa fare a settembre c'è. Sono gli esperti che devono darci risposte. Chiediamo ai bambini un sacrificio, invece i bambini devono fare i bambini: il loro bene primario è il contatto con maestre e compagni. La loro vita è fatta di emozioni, hanno diritto all'apprendimento e al gioco".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA