L'Aquila, nonnina di 80 anni sventa la truffa della finta App dei carabinieri

Martedì 8 Settembre 2020 di Marcello Ianni
L'Aquila, nonnina di 80 anni sventa la truffa della finta App dei carabinieri
Per rendere più verosimile la truffa, con una App erano riusciti a far comparire sul telefono della vittima il numero 0862112, ma l’anziana non è caduta nel tranello ed ha avvertito i carabinieri veri. I militari della Compagnia dell’Aquila grazie all’accortezza della 80enne che si ricordava della campagna (fatta dai militari anche con volantini) su come evitare di cadere nelle trappole, hanno mandato in fumo le aspettative di truffatori che a quanto pare stanno operando all'Aquila.

L’escamotage è ormai consolidato: telefonata da parte di un finto maresciallo dei carabinieri che avverte di un incidente stradale grave per colpa di un famigliare stretto dell'anziana. Familiare che in quel momento riceve la notizia e che rischia il carcere. Dopo i primi momenti di incredulità e a volte panico, il finto maresciallo avverte che c’è una possibilità per evitare l’arresto: pagare l’avvocato di parte offesa che di li a poco si sarebbe presentato. Per rendere appunto più veritiera la storia, i truffatori sono riusciti anche a far comparire sul telefono della vittima, un numero di telefono con il finale 112 come il numero verde dei carabinieri. La donna, per niente convinta del racconto prospettato dal maresciallo dei carabinieri, ha con il proprio cellulare avvertito i carabinieri veri che arrivati con due auto nell’abitazione della malcapitata hanno evitato che la truffa si concretizzasse. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA