Cinque ragazzi aggrediti dal branco all'uscita del locale: uno è gravissimo

Lunedì 17 Febbraio 2020 di Alessandra Di Filippo
Il luogo dell'aggressione
Cinque ragazzi aggrediti dal branco, la notte fra sabato e domenica, a Pescara. Uno di loro, un 22enne di Silvi, a causa delle botte ricevute, è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni. Ha riportato un trauma cranico con conseguente emorragia cerebrale. E' in prognosi riservata nel reparto di Neurochirurgia. Ferito in maniera più lieve anche un altro giovane, un suo coetaneo, che ha dovuto ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso per alcuni tagli. In mattinata è stato dimesso con sette giorni di prognosi per trauma contusivo al volto.

L'ennesimo episodio di movida violenta si è verificato tra la rotonda Paolucci e il parcheggio del lungofiume dei Poeti, a poche decine di metri da alcuni fra i locali più gettonati della città. Quello che è successo non è ancora ben chiaro. In queste ore sta cercando di ricostruirlo la polizia, allertata ieri mattina attorno alle 5. Quando le volanti sono giunte sul posto, c'erano solo i due ragazzi feriti e attorno a loro gli amici. Gli altri, gli aggressori erano già scappati via. Le vittime, che hanno tra i 18 e i 26 anni e risiedono per lo più nel Teramano, hanno riferito di essere stati raggiunti e massacrati di botte da un gruppo formato da una decina di persone, mentre si stavano incamminando verso i parcheggi del lungofiume dei Poeti. Avevano da poco attraversato la rotonda Paolucci quando sono stati selvaggiamente picchiati: presi a calci, schiaffi, pugni e spintoni con una violenza inaudita.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi