I negozi di Pescara si consorziano sul web per battere il Covid

Domenica 8 Novembre 2020 di Paolo Vercesi
Laura Bevilacqua

Di fronte alla crisi legata al Covid ma non solo, e nel timore di un Natale in lockdown, il commercio a Pescara fa squadra, anzi per meglio dire fa rete e approfitta della tecnologia per sbarcare sul web puntando sull’e-commerce. Guarda all’innovazione e alla nuova frontiera dello shopping il sito Abruzzoviveinrete, portale che riunisce attività di diverso genere ed è caratterizzato da un fattore fondamentale che lo distingue: non solo si sceglie quale articolo acquistare, ma anche a quale rivenditore rivolgersi. Rivenditore che spesso, nel caso di questa piattaforma, non offre solo una vetrina virtuale ma anche un negozio vero e questo consente al cliente un approccio più consapevole, senza la diffidenza che assale quando non si ha contezza di chi sia l’interlocutore dall’altra parte del computer.

Racconta Laura Bevilacqua, titolare di un punto vendita Buffetti e artefice, con altri soci, di questa iniziativa: «Abbiamo voluto mantenere un legame forte con il territorio e questo spiega il nome del sito web, nato come Pescaraviveinrete.it e poi diventato Abruzzo. Siamo di supporto alle vendite e al tempo stesso diamo identità al venditore» spiega Bevilacqua. Questo vuol dire che cercando un profumo so che potrò acquistarlo da Femminella, o una borsa e una penna da Buffetti, posso trovare tè e infusi dei Giardini del Thè o acquistare confezioni di pasta da Profumo di Sole e gioielli da Gemmy. Vetrine telematiche di negozi visitabili in città, con titolari e commessi pronti a fornire assistenza alla clientela.

La forza del web consente di moltiplicare le promozioni e ottenere grande visibilità, amplificata ancora di più attraverso i social. Per dirne una, su Abruzzoviveinrete è partito in questi giorni il Black Friday che sul web non si limita certo a una sola giornata. «Offriamo una vasta gamma di articoli di vari settori, dall’oggettistica all’abbigliamento, va forte l’enogastronomia, prodotti per la cura della persona e molto altro - racconta Laura Bevilacqua -. E il movimento virtuale genera traffico anche nei nostri negozi, per chi vuole un consiglio in più o toccare con mano il prodotto». Incrementare gli affari on line significa dare garanzie di stabilità anche alla commessa del negozio. «Da noi c’è una formazione continua, assistiamo i nostri associati aiutandoli a muoversi su questa piattaforma digitale». L’idea del portale è stata di Marco Canale, commerciante titolare della boutique Maya in via Fabrizi e presidente del consorzio Pescara al Centro. Socio di Laura Bevilacqua è Carlo Del Grammastro, mentre il mago informatico si chiama Davide Mancini. «Stiamo raccogliendo un numero sempre maggiore di adesioni. In futuro, oltre alle idee, vedremo di condividere anche i costi, che saranno comunque contenuti grazie ai tanti associati, e chissà che non diventi pure questo un business». Guardando i numeri, si capisce l’entusiasmo: Abruzzoviveinrete ha già avuto 563mila pagine visualizzate e 400mila visualizzazioni singole dall’Italia e da 23 Paesi esteri. «Gli abruzzesi all’estero sono i clienti più affezionati, ma attiriamo anche l’interesse di molti stranieri» conclude Laura Bevilacqua. Aspettando che anche il Comune faccia la sua parte attivando la piattaforma “Pescara shopping& life” che l’assessore Alfredo Cremonese ha dato per imminente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA