Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Serenata del sindaco alla bella Alessia, cantano in duecento: le nozze il 2 luglio

Serenata del sindaco alla bella Alessia, cantano in duecento: le nozze il 2 luglio
di Antonino Dolce
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 08:46

Il ritorno alla normalità dopo due difficili anni di pandemia passa anche per la riscoperta di tradizioni sopite. È il caso del piccolo comune del Vastese, Lentella, circa 600 abitanti, dove, sabato sera, Marco Mancini (37 anni) ha cantato il suo amore per Alessia (30) nella classica serenata che accomuna i piccoli centri di questa parte d' Abruzzo.

Una manifestazione d'affetto collettiva dal gusto particolare, perché il futuro sposo (nozze in programma il 2 luglio), Marco Mancini, da otto mesi è anche il sindaco di questo arroccato su una collina dalla quale guarda il mar Adriatico i monti abruzzesi, Majella e Gran Sasso. Circa duecento persone hanno preso parte alle prove sotto la casa dello sposo, poi il corteo si è mosso verso l'abitazione dell'amata attraversando il paese.

Qui, Marco, accompagnato da fisarmoniche, tamburelli e dal coro di parenti e amici ha intonato i pezzi della tradizione italiana e abruzzese. Con “La prima cosa bella” Alessia è uscita in balcone, con "Rose rosse" in sottofondo Marco ha raggiunto l'amata con una scala per l'atteso bacio. Prima del rinfresco l'immancabile e commovente "Lauretta mia" cantata dal papà Alfiero per la figlia che tra 5 giorni accompagnerà all'altare, anche in quel caso circondati dall'affetto di tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA