Furto nella villa di un medico la notte di Ferragosto: baby ladri traditi dalla luce delle torce

Furto nella villa di un medico la notte di Ferragosto: baby ladri traditi dalla luce delle torce
3 Minuti di Lettura
Domenica 15 Agosto 2021, 22:58

Entrano nella villa di un medico e tentano il colpaccio: iniziano a mettere a soqquadro tutto e a rubare oro e preziosi. E successo ieri sera alle 23 quando due ragazzi nati a Roma, ma di origini slave, poco più che quattordicenni sono stati soprersi dalla polizia a svaligiare la casa mentre i due proprietari - marito e moglie - erano usciti a cena fuori. I fasci di luce delle torce usate dai due ladrincoli per illuminare le stanze  non sono passati inosservati dai vicini che hanno chiamato immediatamente chiamato la polizia. Nel video si vede l'intervento in via del Santuario, a Pescara, degli agenti delle “Volanti” e della Squadra Mobile della Questura e dei poliziotti del reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo”. Mentre alcune pattuglie circondano l’abitazione per impedire eventuali fughe, altri operatori scavalcano la recinzione sorprendendo i due ladri con la refurtiva in mano.

I due sono entrati in casa dopo aver forzato una finestra, ma il colpo è finito molto male grazie all'immediato intervento dei poliziotti, accorsi numerosi grazie anche al potenziamento dei servizi di controllo del territorio disposti del questore di Pescara Luigi Liguori in occasione della notte di Ferragosto. Mentre i poliziotti stavno arrestando i due ladruncoli, sul posto sopraggiungevano i proprietari ai quali è stata restituita la refurtiva. I due giovani ladri, entrambi senza documenti, sono stato trovati in possesso di arnesi da scasso. In questura sono stati sottoposti a rilievi dattiloscopici ed è emerso che erano già noti alle forze dell'ordine per  reati analoghi. I poliziotto hanno chiesto l'età ai due. «Abbiamo meno di 14 anni» hanno detto entrambi. Per la legge italiana che ha meno di 14 anni non si è punibile. Grazie, però, all’ausilio dei risultati degli esami auxologici disposti dall’autorità giudiziaria minorile, la polizia ha appurato che entrambi, seppur minorenni, avevano compiuto i 14 anni: così sono stati arrestati per tentato furto e, su disposizione della procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, sono stati trasferito al Centro di Prima Accoglienza dell’Aquila in attesa della convalida dell’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA