A14, tamponamento con 7 feriti, tra cui un bambino. Rissa al casello: 3 in ospedale

A14, tamponamento con 7 feriti, tra cui un bambino. Rissa al casello: 3 in ospedale
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Maggio 2024, 06:05

Schianto in A14 con sette feriti all’uscita della galleria Solagne a Pineto e poi una rissa a causa del traffico tra otto persone che ha causato altri tre ricoveri in ospedale, al casello autostradale Atri/Pineto. È stata una domenica di caos sull’autostrada A14, particolarmente trafficata da tantissimi utenti che sono arrivati nel Teramano per vedere lo spettacolo delle Frecce Tricolori a Giulianova.
Verso le 13,30, all’uscita della galleria Solagne, in direzione sud, dove c’è una deviazione per lavori, c’è stato un tamponamento a catena tra tre auto. Violento lo schianto che ha provocato sette feriti. Sul posto sono arrivate diverse ambulanze da Pescara che dai presidi teramani: due feriti sono stati ricoverati all’ospedale San Liberatore di Atri, i due più gravi, un bimbo di 9 anni con un trauma cranico e una donna di 66 anni con un trauma addominale, sono stati trasportati al Mazzini di Teramo, mentre altri tre sono stati portati all’ospedale di Pescara. Per i rilievi dell’incidente e la gestione della viabilità è intervenuta la polizia stradale sottosezione di Pescara Nord. Il tamponamento ha creato lunghe code di circa tre chilometri in entrambe le direzioni: gli agenti hanno deciso di far uscire le auto provenienti da sud verso nord al casello di Città Sant’Angelo e quelle provenienti dalla direzione opposta al casello di Atri-Pineto. Qui, per cause ancora in fase di accertamento, verso le 14,20, ci sono state scene da Far West: sette o otto automobilisti, mentre aspettavano il loro turno per pagare il ticket autostradale, sono scesi dalle macchine e hanno iniziato a discutere. Dalle parole, in pochissimo tempo, si è passati alle mani e due persone, un uomo e una donna, sono finite al pronto soccorso di Giulianova per essere visitati e poi ricoverate, mentre un terzo, con ferite più lievi, è andato a farsi medicare al pronto soccorso di Atri. Anche in questo caso sono intervenuti gli agenti della Stradale e del Commissariato di Atri, che hanno acquisito le immagini di videosorveglianza delle telecamere del casello per identificare i responsabili tramite le targhe delle auto, che appena hanno sentito il suono delle sirene, si sono dati alla fuga. Nel pomeriggio, gli agenti hanno ascoltato i tre feriti. Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo anche perché i due feriti trasportati a Giulianova ha presentato querela per aggressione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA