Che spettacolo la scienza: la notte dei ricercatori compie dieci anni

Che spettacolo la scienza: la notte dei ricercatori compie dieci anni
di Cristina Montagnaro
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Settembre 2015, 20:09 - Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 11:28

Da dove veniamo? Si può viaggiare nella spazio? C’è vita su Marte? Sono queste alcune delle domande più comuni sulla scienza che vengono in mente. Compie dieci anni “La notte europea dei ricercatori”, eventi e spettacoli dedicati alla divulgazione scientifica. Ed è proprio per celebrare gli scienziati, che si svolge a Bruxelles “La scienza è meravigliosa”, una speciale rassegna delle migliori notti europee dei ricercatori organizzata dalla Commissione europea.

Obiettivo: avvicinare le persone comuni alla scienza. E infatti una delle motivazioni degli scienziati è propria questa. Per Alexandros Iakovidis, coordinatore Certh, Centro per la ricerca e la tecnologia Hellas, in Grecia: «Mesi di duro lavoro per una notte, ne vale la pena quando si vede lo sguardo incantato sul volto di un bambino mentre guardano un esperimento».

Famiglie, giovani, adulti sono tutti invitati a partecipare. La cornice è il museo Autoworld di Bruxelles, dove si svolge “Science Slam”, tre sessioni durante le quali otto ricercatori europei presentano in dieci minuti e in modo divertente i loro progetti. Al termine delle presentazioni, una giuria di esperti nomina i vincitori.

Tra gli italiani che partecipano Daniela Billi, Astrobiologa dell’università di Torvergata con la presentazione dal titolo “C’è vita oltre la terra?”, che fa parte del progetto Dreams.