La rivoluzione del Qr Code: con lo smartphone si potrà prelevare denaro e fare acquisti

Venerdì 3 Luglio 2015 di Luigi Garofalo
Prelevare del contante anche se non hai con te il bancomat; acquistare il biglietto o l’abbonamento mensile per il trasporto pubblico senza fare la fila alle macchinette o agli sportelli presenti nelle stazioni della metropolitana; accedere ad una pagina internet non digitando alcun indirizzo o testo sul dispositivo tecnologico.



Tutto questo è possibile grazie al QR Code. È un “codice a barre” 2.0 formato da moduli neri raggruppati all’interno di uno schema a forma quadrata. Questa volta non è letto dal registratore di cassa e non indica il prezzo di un prodotto destinato alla vendita al dettaglio. Viene fotografato e decodificato dallo smartphone o dal tablet attraverso un’applicazione dedicata.



I VANTAGGI

Prelievo contanti senza bancomat

Ti occorre del contante per diverse necessità, ma ti accorgi di aver dimenticato a casa il bancomat: è una giornata frenetica e non hai il tempo di rientrare per prenderlo. UniCredit, da pochi giorni, consente all’intestatario di conto corrente di effettuare una prenotazione per ottenere, presso lo sportello automatico della banca, l’erogazione di denaro con addebito sul conto senza utilizzo di carte di debito. È il “prelievo smart”: ecco, passo dopo passo, come funziona.



Accedi all’applicazione mobile banking dal tuo smartphone e 'prenoti il prelievo'. Raggiungi lo sportello bancomat e apri l’app: seleziona la voce “preleva adesso" e digita le credenziali per identificarti. Dovrai semplicemente toccare, in qualunque punto, lo schermo dell’ATM e apparirà un codice QR. Inquadrandolo con lo smartphone, entro 30 secondi, autorizzi l’erogazione del contante da parte dell’apparecchiatura. Per utilizzare “prelievo smart” è necessario attivare il servizio di 'banca via Internet' al momento dell’apertura del conto corrente. L'applicazione è disponibile su sistemi operativi Android, iOS e Windows Phone.



Trasporti pubblici, niente fila per rinnovare l’abbonamento

È il primo del mese e ti ricordi di dover rinnovare l’abbonamento per il trasporto pubblico quando vedi una serie di persone in coda agli sportelli nelle stazioni della metropolitana: le file sono due e l’attesa è di circa un’ora.



Per non perdere questo tempo è possibile acquistare il titolo di viaggio via smartphone. Il biglietto elettronico è una realtà in alcune città: Milano, Cagliari, Padova, Genova e Roma. Per esempio nella Capitale il canale utilizzabile è BiPiù con la piattaforma myCicero.



Attraverso l’app si compra sia il biglietto di € 1,50, valido 100 minuti, sia l’abbonamento mensile. Il pagamento avviene attraverso carta di credito o carta prepagata. E qual è il titolo di viaggio? Verrà generato un QR Code da avvicinare ai lettori ottici presenti sugli autobus e sui tornelli delle metropolitane.



Attenzione: l’immagine del “codice a barre” non può essere inviata via WhatsApp e utilizzata da più utenti perché ogni dieci secondi scade per far posto a un’altra diversa. Inoltre, Atac prevede che “a breve il servizio sarà attivo anche sulla linea della metro C e sulla tratta extra urbana Roma-Viterbo”.



Per accedere ad internet basta fotografare il QR Code

Sempre più spesso li vediamo stampati sui giornali e addirittura sui bigliettini da visita. Sono un rapido accesso ad internet. In questo caso il QR Code rappresenta un link “cliccabile” attraverso un’applicazione ad hoc scaricata sul proprio dispositivo. Basta avviare l’app, puntare la fotocamera sul codice e una volta scansionato si visualizzerà automaticamente il contenuto multimediale: può essere un video, un articolo pubblicato su un quotidiano online o un sito web. Senza digitare alcun testo sullo smartphone o sul tablet.



Come si generano i QR Code? Lo permettono tanti siti web: basta copiare e incollare il link desiderato e poi cliccare su “crea un codice QR”. Per la personalizzazione con il logo il servizio è a pagamento. Ultimo aggiornamento: 5 Luglio, 00:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

FaceApp, i figli crescono e le mamme invecchiano

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma