​Holly Madison, la ex coniglietta choc: «Pensai al suicidio, nella villa di Hefner succedeva di tutto»

Lunedì 23 Marzo 2015
4

LOS ANGELES - Holly Madison è ora una donna come tante altre, conduce una vita normale accanto alla figlia e al marito, ma per molti è e resterà sempre una coniglietta di Playboy. Il periodo vissuto alla villa del magnate Hugh Hefner, tuttavia, non è stato dei più sereni. Holly ha ammesso di aver pensato anche al suicidio.

Il mondo patinato e idilliaco che mostra tante bionde allegre che ruotano attorno all'arzillo e ricchissimo fondatore della rivista è solo un'illusione. In realtà le ragazze di Playboy sono infelici e in eterna competizione tra loro. Ogni giorno combattono per accaparrarsi le attenzioni di Hefner. Holly era la fidanzata n. 1 del magnate e di recente ha pubblicato un'autobiografia intitolata 'Down the Rabbit Hole', cioè Giù nella tana del coniglio, e dall'insolito sottotitolo di Curiose avventure e ammonitori racconti di una ex coniglietta di Playboy.

L'AUTOBIOGRAFIA Nelle sue memorie Holly parla di ambizioze conigliette pronte a pugnalare alle spalle, ma anche di perdita di identità, dovuta probabilmente agli interventi al naso e al seno e al "platinaggio" dei capelli ai quali lei, come tante ragazze, si è sottoposta, volti a rendere le conigliette tutte uguali e quasi indistinguibili tra loro. Non solo: Holly parla di rigidissime regole di comportamento, manipolazione, droghe, sesso, abusi, fino alla disistima per se stessa e alla mancanza di speranza nel futuro, al punto di trovarsi seduta in una vasca da bagno pensando al suicidio.

Ultimo aggiornamento: 12:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua