Tor Bella Monaca come Scampia: squarciate le gomme ad auto della polizia

Lunedì 15 Settembre 2014 di Marco De Risi
12
Episodi del genere, purtroppo, sono accaduti nei quartieri del Sud ad alta criminalitŗ dove le forze dell’ordine continuano a lavorare in grandi difficolt√† ambientali.



Questa volta, invece, si √® registrato nella periferia del Casilino, a Tor Bella Monaca. Sconosciuti hanno approfittato di un intervento rischioso di un equipaggio delle volanti per squarciare tre pneumatici della volante. Quando gli agenti sono ritornati alla macchina di servizio per riprendere a pattugliare il territorio non l’hanno potuto fare a causa delle gomme tagliate. E’ dovuto venire un carro attrezzi e l’auto blu e bianca √® stata portata via.



Il grave episodio di teppismo si √® registrato domenica pomeriggio su un tratto di viale dell’Archeologia. Intorno alle 6 del pomeriggio alla sala operativa del 113 sono arrivate telefonate da parte dei residenti allarmati per una violenta lite in abitazione. Nel giro di pochi minuti l’equipaggio era sul posto. I due agenti sono scesi dalla vettura di servizio blindata e sono corsi per le scale di un palazzone per sedare la lite.



Gli investigatori hanno trovato un figlio, sottoposto agli arresti domiciliari, che aveva aggredito il padre. Minuti di paura e di stress per gli agenti che sono riusciti a calmare il ragazzo. Il padre, poi, non se l’√® sentita di denunciarlo. Ecco che l’equipaggio ha ripreso il servizio.



Ma quando i poliziotti hanno raggiunto la volante si sono accorti del grave atto vandalico. Un episodio preoccupante alla luce anche di recenti ferimenti e omicidi che si sono registrati nella zona. Non a caso la polizia ha effettuato molti arresti per spaccio di droga.



Non solo: gli investigatori hanno anche smantellato bande criminali con l’accusa di agire con metodi mafiosi e risolto anche un omicidio. Insomma le ruote squarciate della macchina della polizia si inseriscono in un quadro inquietante di illegalit√† diffusa che preoccupa la maggior parte dei residenti che sono costretti a convivere con una minoranza di malviventi. Ultimo aggiornamento: 16 Settembre, 00:45