ROMA

Strisce blu, scattano gli aumenti

Venerdì 22 Agosto 2014 di Riccardo Tagliapietra

Sono entrate in vigore ieri, ufficialmente, le nuove tariffe delle strisce blu.

L’obiettivo è «scoraggiare i romani a usare l’auto», come spiega la delibera firmata dall’assemblea capitolina, che stabilisce la tariffa unica per la sosta in tutta Roma: un euro e mezzo per parcheggiare un’ora. I primi cartelli sono comparsi la mattina in centro e al Velabro. Altri saranno installati nei prossimi giorni, cui seguirà l’aggiornamento dei parcometri. Sospesa la tariffa agevolata giornaliera che consentiva di parcheggiare con 4 euro per 8 ore consecutive, sparita pure quella mensile da 70 euro. Da oggi chi lascerà l’auto in sosta dovrà fare bene attenzione alla nuova segnaletica. Entro ottobre, assicura Atac che ha la gestione della sosta, saranno adeguati tutti i 6.500 cartelli e i 2.600 parcometri.

«Nessuna trappola», spiegano dal Campidoglio, fino al primo novembre: durante il periodo transitorio di adeguamento gli ausiliari del traffico non sanzioneranno i veicoli che esporranno un titolo valido, indipendentemente dalla tariffa. Le multe scatteranno solamente quando tutta la segnaletica sarà uniformata. Resta valida l’agevolazione tariffaria per sosta breve (20 centesimi per 15 minuti) solo per i pagamenti fatti con i parcometri. Invariati anche gli orari di tariffazione nelle varie zone della città.

SCELTE E OBIETTIVI

A spiegare i motivi di questa scelta è lo stesso dipartimento Mobilità e trasporti. «Le tariffe agevolate - dice la relazione - favoriscono gli spostamenti con le auto private. I fenomeni di intralcio e doppia fila, o di uso improprio degli spazi riservati alla sosta si traducono in intralci al traffico, con ripercussioni sui tempi di percorrenza». Da qui la necessità di usare lo strumento della sosta tariffata «come regolatore della domanda di spostamento con i mezzi privati verso le zone servite dal trasporto pubblico e dove insistono i principali “attrattori”. Evitare che forme di agevolazioni tariffarie favoriscano gli spostamenti con i veicoli privati».

Una genesi complessa quella del nuovo sistema di tariffe, che ha avuto alcune richieste di modifica anche dai Municipi. Le più significative sono quelle espresse dal XIII e dal XV che chiedevano il mantenimento delle tariffe agevolate, da adeguare al nuovo costo della sosta. Richieste bocciate dalla giunta capitolina.

Tra gli obiettivi prefissati ci sono l’incremento dell’accessibilità per gli spostamenti casa-lavoro con l’auto privata, per facilitare chi viene da zone meno servite dai mezzi pubblici, tutelare la domanda di sosta da parte dei residenti; aumentare la fruibilità delle aree di sosta dei grandi ospedali, incrementare spazi per la sosta di moto e scooter e distribuire in modo omogeneo degli stalli di sosta gratuita.

TARIFFE SPECIALI

È prevista la sosta gratuita con limite di tre ore nei pressi dell’ospedale Nuovo Regina Margherita, in tratti di via Morosini e viale Glorioso e nei pressi dell’ospedale Bambino Gesù in passeggiata del Gianicolo. Sosta gratuita anche nei pressi dell’ospedale Santo Spirito e dell’Oftalmico in zona Trionfale. Le tariffazioni si articolano in tre fasce. Quella ordinaria (To) applicata nei giorni feriali dalle 8 alle 3 con l’esenzione del pagamento della sosta ai residenti e a chi ha il pass per la Ztl (regole stabilite nei rilasci) e 20% delle aree a sosta gratuita per tre ore. Tariffazione ordinaria nelle zone con forte vocazione lavorativa (Tow) e tariffazione ordinaria esterna (Toe) applicata nei giorni feriali, dalle 8 alle 3 nelle zone più periferiche, con esenzione per alcune categorie e una quota di stalli gratuiti del 50%.

LE ALTRE MISURE

Modulazione delle tariffe e taratura dei parcometri su un tempo minimo corrispondente a 0,20 euro, per consentire la sosta breve. Estensione del limite orario per gli stalli di sosta a tempo riservati ai disabili nei pressi delle strutture sanitarie. Questa disciplina è stata introdotta dopo la valutazione delle informazioni rilasciate dai nosocomi in merito ai tempi di durata delle terapie somministrate per particolari patologie. Ampliamento degli stalli «rosa», riservati a donne in gravidanza e mamme di bambini fino a un anno di età. È prevista la sosta gratuita anche per i veicoli ibridi o a trazione elettrica. Potranno sostare gratis nelle strisce blu anche ciclomotori e motocicli a due e tre ruote. Un sistema che, secondo il Campidoglio, garantirà un incremento dell’offerta di stalli per due ruote.

L’ADEGUAMENTO

Da qualche giorno sono cominciati i lavori di aggiornamento dei parcometri e della segnaletica dei quartieri Campitelli Ripa, Castro Pretorio, Celio, Centro Storico, Esquilino, Flaminio, Parioli, Pinciano, Salario, per poi proseguire a settembre in altri quartieri, secondo un preciso e stringato cronoprogramma, spiegano da Atac.

Nella prima metà di settembre saranno interessati i quartieri Ludovisi Sallustiano, Monti, Ostiense, Ripa, San Saba, Testaccio, Trastevere, Trieste, Nomentano, Tiburtino; nella seconda metà di settembre, gli interventi interesseranno i quartieri Borgo, Prati, Della Vittoria, Trionfale, Appio, Tuscolano, Europa, Aurelio, Montesacro. Obiettivo di Atac è completare le attività su tutto il territorio di Roma Capitale al massimo entro il 30 ottobre. Poi cominceranno a scattare le multe per chi non si adeguerà alle nuove tariffe. Ad occuparsi delle sanzioni saranno non solo gli addetti alla sosta di Atac, ma anche la Municipale. Le piattaforme telematiche di pagamento atac.sosta al momento attive (MyCicero e EasyPark) implementeranno la modifica delle tariffe al termine dell’adeguamento complessivo della segnaletica. Nessun cambiamento di abitudini, aggiungono da Atac, per i fruitori di tali servizi che possono continuare a usare smartphone o cellulare come fatto fino ad ora, salvo per la sospensione delle agevolazioni previste dalla delibera che è immediata.

Ultimo aggiornamento: 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA