ROMA

Roma, sciopero: domani bus e metro a rischio. E allerta traffico per due cortei in centro

Giovedì 1 Ottobre 2015
A scioperare domani saranno solo i sindacati di base Usb di Atac. La maggioranza delle organizzazioni sindacali dei lavoratori del trasporto pubblico locale di Roma (Cgil, Cisl, Uil, Cisal e Sul) hanno accolto l'invito a differire lo sciopero del 2 ottobre dopo un vertice con la Prefettura e l'assessore ai trasporti di Roma Capitale . A preoccupare invece sono i cortei previsti per domattina che riporteranno in piazza i Movimenti romani e gli studenti.



La vertenza dei dipendenti della società di trasporto pubblico Roma Tpl scarl è stata infatti oggetto di un incontro svoltosi ieri pomeriggio di oggi presso la Prefettura, con la mediazione del Prefetto di Roma, dott. Franco Gabrielli, tra l'Assessore ai Trasporti e alla Mobilità di Roma Capitale, Stefano Esposito, ed i rappresentanti di Roma Tpl scarl delle Organizzazioni Sindacali.



Durante la riunione l'Assessore ha illustrato alcune criticità afferenti l'Azienda, comunicando l'impegno dell'Amministrazione Capitolina a risolvere nel più breve tempo possibile i problemi dei lavoratori relativi al versamento dei contributi finora non assolti ed al pagamento degli stipendi arretrati del mese di agosto.



I CORTEI Ma domani sarà anche la giornata dei doppi cortei: uno la mattina e l’altro il pomeriggio. La manifestazione convocata dagli Studenti Autorganizzati Romani partirà alle 9,30 da Piramide per poi sfilare verso il centro, anche se il percorso dei manifestanti che protestano contro la riforma della Scuola non è stato ancora definito.



Alle 17 partirà invece il secondo corteo dal Colosseo, quasi un luogo simbolo dopo l’assemblea sindacale di tre ore che ha comportato la chiusura dell’Anfiteatro, agitazione diventata un caso politico. La manifestazione è stata indetta sempre dall’Usb e sono attesi 10 mila manifestanti. A scendere in piazza ci saranno diverse sigle e associazioni tra cui la Carovana delle periferie, movimenti per la casa, Rifondazione comunista.



Dopo le prime incertezze (il corteo non aveva avuto l’autorizzazione della Questura sulla base di una direttiva della Prefettura che vieta i cortei in centro con un numero limitato di partecipanti durante la settimana), la manifestazione è stata autorizzata: i manifestanti sfileranno fin sotto la Prefettura e non più fin sotto il Campidoglio.
Ultimo aggiornamento: 10:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA