Roma, piede mozzato: forse tagliato da una sega. In corso indagini per risalire all'identità

Roma, piede mozzato: forse tagliato da una sega. In corso indagini per risalire all'identità
2 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Agosto 2015, 20:18 - Ultimo aggiornamento: 20:19

Non è possibile al momento determinare l'età dell'uomo a cui appartiene il piede sinistro mozzato alla caviglia trovato due giorni fa nel fiume Aniene a Roma, secondo quanto si apprende. I dati scientifici disponibili attualmente non lo permettono.

Confermato che si tratti di un maschio di origine caucasica: i tatuaggi con le scritte "Oggi è un bel giorno per morire" e un'altra che fa riferimento alla squadra della Lazio farebbero pensare a un italiano.

L'arto è stato portato al Policlinico Gemelli per i primi accertamenti e l'esame del Dna. Sul caso indaga la squadra mobile. Il taglio è netto, ma non nettissimo come quello di un fendente con amputazione in un colpo solo, bensì assimilabile a quello di una sega, eventualmente elettrica, si fa notare. La permanenza in acqua è stata di pochissimi giorni, difficilmente oltre 2 giorni considerato il caldo e la buona conservazione del pezzo anatomico.

All'Istituto di Medicina legale del Gemelli sono in corso tutte le indagini possibili, dalle genetiche per il profilo del Dna a quelle istologiche su molti frammenti di cute tatuata e ai margini della ferita, sulle ossa e sul midollo osseo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA