Piazza Navona, nuovo look per la Befana: meno banchi, più qualità e stop agli abusivi

Mercoledì 30 Settembre 2015 di Laura Larcan

La festa della Befana di piazza Navona punta al decoro, alla legalità, alla qualità, senza dimenticare il folclore natalizio. Almeno sulla carta, è questo il nuovo Dna della storica kermesse, per cui è stato ridisegnato il bando decennale, on line da mezzogiono messo a punto dal I Municipio. Numeri alla mano, il testo prevede sulla piazza gioiello barocco della Capitale 48 nuove postazioni commerciali, di cui 28 per la vendita di addobbi natalizi, giocattoli, dolciumi e libri per bambini, 20 per la vendita di prodotti artigianali. Tutte avranno un banco tipo. Oltre a questi ci saranno 12 spettacoli viaggianti, 6 stand per l'intrattenimento dei bambini e 6 per la vendita di zampognette e palloncini, fino a una postazione per il fotografo Babbo Natale. In sostanza, stop alla vendita di porchetta, di bigiotteria, di quadri e soprammobili. «Anche quest'anno ci sarà il teatro dei burattini, il palco per gli spettacoli e la giostra - ha spiegato Sabrina Alfonsi minisindaco del I municipio - e le attività per bambini saranno ben distinte dalle altre».

Via anche i pittori, gli artisti di strada e tutti gli abusivi. Il nuovo bando lascia poco spazio a interpretazioni: tutti i posizionamenti sono stati già scelti e assegnati in base alle categorie merceologiche. In piazza sarà posizionato anche un palco, per cori gospel e spettacoli natalizi. Il bando è online da questa mattina, ma per 7 giorni non sarà possibile partecipare. Un modo per consentire a quanti più operatori possibili di venire a conoscenza di questa possibilità. Entro la fine di ottobre verrà pubblicata la graduatoria finale, mentre i banchi saranno attivi per un mese, dal 6 dicembre al 6

gennaio.

E a proposito dei caldarrostai, «stiamo lavorando per capire in quale modo evitare che i caldarrostai si spostino in occasione di festività particolari», precisa la Alfonsi rispondendo a chi gli chiedeva come verranno gestite le postazioni di vendita di caldarroste nel periodo dell'Epifania a piazza Navona. «Normalmente sulla piazza ce ne sta uno solo ma durante la festa della Befana le tre che solitamente stanno nelle vie limitrofe si spostano sulla piazza. Questo non deve accadere».

Ultimo aggiornamento: 15:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA