Ostia Antica, i volontari di Retake ripuliscono la stazione dai graffiti

Domenica 17 Maggio 2015 di Giulio Mancini

Ramazzata e rimessa a nuovo per la stazione metropolitana di Ostia Antica. Una trentina di giovani, riuniti dall'associazione Retake Roma Ostia, ha passato sotto la spugna e la tintura tutto il percorso che i turisti dell'area archeologica devono affrontare per raggiungere l'ingresso degli scavi.

“E' stata dura ma abbiamo dato vita ad un momento storico” riassume così Leandra Gargiulo, presidente del gruppo di volontariato già distintosi per analoghe iniziative nei pressi della stazione Lido Nord e Lido Centro oltre che dell'area della chiesa Regina Pacis alla vigilia della recente visita pastorale di Papa Francesco. In questo caso, però, è la prima volta che i ragazzi del "repulisti" si occupano di una struttura della metro anche al suo interno e che, per questo, hanno dovuto chiedere autorizzazione all'Atac.

Ad affiancare i volontari anche stavolta c'erano operatori del Nucleo Decoro dell'Ama, tutti armati di secchi, saponi, diluenti, raschietti e ramazze. I vandali avevano soffocato le pareti della storica fermata della ferrovia Roma-Lido con scritte, scarabocchi ed ogni elemento di degrado, senza risparmiare le foto artistiche delle rovine romane e di Ostia sparita.

I volontari, tra i quali anche l'ex assessore municipale all'Ambiente, Marco Belmonte, e l'ex consigliere Giulio Notturni, hanno ritinteggiato di azzurro la passerella sopraelevata pedonale e rimosso erbacce da marciapiedi e scalini. Un grande sforzo che si spera i vandali non rendano vano troppo presto. “Non dimentichiamo che quello è il biglietto da visita della nostra cittadina storica per chi scende dall'unico mezzo pubblico che la collega con Roma” rammenta Gargiulo.

Ultimo aggiornamento: 20:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti