ROMA

Roma, raccolta differenziata:
vuoti a rendere nei supermercati
in cambio di sconti e bonus

Martedì 26 Agosto 2014 di Michela Giachetta
Ridare una nuova vita alle bottiglie vuote di vetro, plastica e ai contenitori di alluminio - incrementando cosž la raccolta differenziata - e avere in cambio un ritorno economico immediato, sotto forma di bonus o sconti.

Il sistema si chiama ¬ęvuoto a rendere¬Ľ, gi√† realt√† in alcuni territori (soprattutto all'estero) e che presto potrebbe essere attuato anche a Roma. Lo prevede una delibera che verr√† presentata a settembre ed √® firmata dal consigliere capitolino, Dario Nanni, che ha gi√† avviato i primi confronti con le catene di distribuzione (in alcuni casi hanno gi√† dato la loro disponibilit√†).

In pratica funzionerà così: una volta effettuato l'acquisto, il cliente restituirà il vuoto (che può essere una bottiglia o un contenitore di vetro, plastica e alluminio) allo stesso supermercato in cui è stato comprato il prodotto. Al momento della restituzione, al cittadino verrà corrisposto un bonus che avrà pieno valore economico oppure uno sconto o punti per le promozioni da riutilizzare nello stesso rivenditore in cui si è acquistato il prodotto, anche in un'ottica di fidelizzazione del cliente. I titolari delle catene di distribuzione che vogliono aderire al progetto stipuleranno con Roma Capitale una convenzione, impegnandosi ad attivare virtuosamente la filiera di recupero e riutilizzo dei vuoti in di vetro, plastica, alluminio, acciaio.



GLI ACCORDI

La convenzione fisser√† il valore economico del bonus che sar√† corrisposto ai consumatori al momento del reso. Vantaggi previsti non solo per i clienti, ma anche per gli stessi esercenti, che potranno usufruire di una riduzione della tariffa rifiuti. ¬ęIl quantum delle agevolazioni - si legge nella bozza di delibera - sar√† determinato nell'ambito della convenzione e sar√† comunque proporzionato alla quantit√† di rifiuti riutilizzati e riciclati¬Ľ. I diversi supermercati ed esercizi che aderiranno alla convenzione dovranno trasportare il materiale raccolto e pronto per il trattamento nei consorzi di riciclaggio. L'amministrazione, a sua volta, stiler√† un regolamento che disciplini l'attuazione del sistema su tutto il territorio. Previsto nel provvedimento anche una campagna di sensibilizzazione nelle scuole.



I NUMERI

¬ęCon l'adozione di questo sistema ci sar√† un risparmio stimato attorno al 50% dei costi che oggi come amministrazione sosteniamo per differenziare questi prodotti¬Ľ, spiega Nanni. che sottolinea anche l'obiettivo sotteso al provvedimento: ¬ęContribuire all'aumento della raccolta differenziata nella nostra citt√†, offrendo altre opportunit√† ai cittadini¬Ľ. Oggi la raccolta differenziata nella Capitale si attesta attorno al 38-40%. Nel dettaglio, nella delibera si evidenzia che ¬ęa Roma si producono circa un milione e 750mila di tonnellate di rifiuti, dei quali 665mila tonnellate viene differenziato¬Ľ. ¬ęLa strada per arrivare a livelli d'eccellenza √® un insieme di buone pratiche, a partire dalla drastica riduzione degli imballaggi, passando per un abbattimento degli sprechi, sino al riutilizzo totale di tutto ci√≤ che viene differenziato. La delibera che presenter√≤ va in questa direzione¬Ľ, conclude Nanni. Il provvedimento, per avere il via libera, dovr√† essere discusso e votato dall'Aula Giulio Cesare. Passaggio che √® mancato nel 2012, quando venne presentato un provvedimento simile. Ultimo aggiornamento: 12:38