Roma, ecco la nuova giunta: Pucci è assessore

Martedì 23 Dicembre 2014 di Simone Canettieri

Maurizio Pucci, Alfonso Sabella e Francesca Danese sono i tre nuovi assessori della giunta capitolina. Questa mattina il decreto di nomina da parte del sindaco.Iinizia così il Marino bis, la risposta politica all'inchiesta Mafia Capitale che ha lambito anche il comune di Roma, portando alle dimissioni di Daniele Ozzimo indagato.

Il nodo più difficile da sciogliere era quello di Maurizio Pucci: il vice capo di gabinetto, anche se non indagato, viene tirato in ballo nelle carte dell'inchiesta.

Fino all'ultimo il Pd ha pressato il sindaco affinché non lo nominasse ma la linea del chirurgo Dem ha avuto la meglio. ««Maurizio Pucci è una persona che ho fortemente voluto - ha detto il sindaco - una persona che si prende un incarico e lo porta a termine. Ci sono state delle critiche in questi giorni a cui rispondo con le parole di Papa Francesco: "Guardiamoci dal terrorismo delle chiacchiere" che non aiuta la nostra città». «La nuova giunta - continua - è composta da capi cantiere che la mattina si mettono gli scarponi per portare a casa i risultati».

Pucci si occuperà dei lavori pubblici, Danese di welfare e casa, Alfonso Sabella sarà assessore alla Legalità e alla Trasparenza. «Quando vivevo a Palermo mi occupavo di ricercare i latitanti - ha dichiarato Sabella - La battuta che mi viene facile è: in quel caso sapevo chi erano i mafiosi ma non sapevo dove stavano, qui probabilmente si sa dove stanno le persone ma non si sa chi essi siano in realtà».

Nel Marino bis è previsto anche un rimpasto di deleghe: il vicesindaco Nieri perde il Patrimonio che, eccetto l'edilizia residenziale, passa a Cattoi ma acquista le Periferie, Paolo Masini passa dai Lavori pubblici alla Scuola e lo Sport, il Turismo da oggi è di competenza di Giovanna Marinelli (Cultura). All'assessore Leonori anche il coordinamento della Città metropolitana.

PUCCI: SONO SERENO «Mi sento sereno e paradossalmente onorato: nel momento in cui due persone in carcere e accusate di mafia dicono di aver battuto Marino 2 a 0 perchè sono riusciti a fare in modo che una terza persona, anch'essa indagata e ora ai domiciliari, non venisse sostituita da Maurizio Pucci, quella è la prova che io non ero all'interno di quel sistema». E' quanto ha dichiarato il neoassessore ai Lavori pubblici Maurizio Pucci.

Ultimo aggiornamento: 15:54