Droghe leggere, Marino: «Liberalizzare la cannabis»

Mercoledì 21 Maggio 2014
41
Ignazio Marino
«Io sono favorevole alla possibilitŕ di liberalizzazione della cannabis per uso medico o personale». Così il sindaco di Roma Ignazio Marino intervenendo all'Eighth Annual Conference of the International Society for the Study of Drug Policy. «Nel 2011 piĂą di un milione di piante sono state confiscate nel nostro Paese contro le 73mila in Francia - aggiunge - La criminalitĂ  organizzata ancora gestisce grandi porzioni del traffico internazionale e ci sono abbastanza ragioni per riaprire il dibattito oggi in Italia. Viviamo in un tempo in cui una riforma delle leggi sulle droghe è necessaria a livello nazionale e internazionale. Per l'Italia personalmente ho un'idea molto chiara di quello che deve essere fatto: la depenalizzazione della marijuana deve essere considerato un punto di partenza perchè gli anni di proibizionismo non hanno portato nessun risultato nella prevenzione del drammatico aumento nell'uso di droga. Inoltre nuove forme di legalizzazione potrebbero essere sperimentate in medicina per la salute delle persone ma anche per colpire la criminalitĂ  organizzata».



Le polemiche «Il sindaco chirurgo lasci perdere le sue battaglie antiproibizioniste – dichiara Giuseppe Cangemi, consigliere del Ncd della Regione Lazio- e si preoccupi di risolvere le vere emergenze della Capitale: i romani non ne possono piĂą delle strade invase dai rifiuti, delle buche killer, degli spacciatori davanti alle scuole, degli ambulanti abusivi, della movida violenta. Se Marino pensa di far dimenticare ai romani tutti i suoi disastri con una tirata di fumo si sbaglia di grosso». Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma