Il Real Rieti abbraccia Héctor
Il giocatore: "Grande società e tifosi caldi:
sono pronto a portare in alto i colori di Rieti"

Sabato 11 Luglio 2015 di Jacopo Persico
Luca Palombi, Héctor e Giorgio Pietropaoli

RIETI - Il Real Rieti ha presentato questa mattina un altro colpo: Héctor. E' il vice presidente Luca Palombi, in assenza del patron Roberto Pietropaoli a presentare il giocatore ex Lazio.

"La scelta di Hector? Per noi è un grande giocatore e avevamo bisogno di un atleta del genere. Ci avevamo provato anche lo scorso anno ma la trattativa non andò a buon fine. Sul mercato abbiamo centrato tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Ormai è arrivato il momento del Rieti e ci aspettiamo tanto anche dai giocatori. I tifosi devo starci vicino come in questi anni. Sostenendoci ma anche criticandoci costruttivamente. Siamo sicuri che il Real regalerà qualcosa di importante.".

Il dirigente Giorgio Pietropaoli: "Sarà un campionato molto impegnativo e per questo anticiperemo la preparazione. Ci saranno tante amichevoli e dovremo consacrarci nel gotha del futsal nazionale. Abbiamo fatto un mercato eccezionale e riponiamo fiducia nel mister. Poi sarà il campo a parlare".

Héctor Albadalejo Blázquez, pivot spagnolo 33enne ex Lazio, Acqua&Sapone e Luparense, 68 gol in 3 stagioni, non vede l'ora di vestire la maglia amarantoceleste: "Ho avuto voglia di venire a Rieti, l'anno scorso non sono venuto per scelte personali. Sono contenissimo di essere qui. Sono pronto a portare in alto il Real Rieti e so che avremo una grande squadra. Il mio compito sarà quello di fare gol e regalare gioie ai tifosi del Real che sono caldissimi e seguono sempre la squadra con passione e competenza. Conosco già alcuni compagni come Corsini e Zanchetta. Se ognuno metterà il suo contributo arriveremo lontano. Per vincere oltre ai giocatori c'è bisogno di una società organizzata e che metta nelle condizioni migliori possibili i giocatori per lavorare: il Real per questo è tra le migliori".

Ultimo aggiornamento: 12 Luglio, 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani