Appello del Papa per la pace: «Mai più guerra, fermatevi. Ve lo chiedo con tutto il cuore»

Domenica 27 Luglio 2014
6
Appello di «pace» di papa Francesco all'Angelus per le tre aree di crisi mediorientale, irachena e ucraina.

Il Signore «conceda alle popolazioni e alle Autorità la saggezza e la forza necessarie per portare avanti con determinazione il cammino della pace, affrontando ogni diatriba con la tenacia del dialogo».







Il Papa sottolinea la necessità che «al centro di ogni decisione non si pongano gli interessi particolari, ma il bene comune e il rispetto di ogni persona. Ricordiamo - aggiunge a braccia Francesco - che tutto si perde con la guerra, nulla si perde con la pace. Mai la guerra!».



«Mai la guerra! Mai la guerra! Fermatevi, per favore. Ve lo chiedo con tutto il cuore: è l'ora di fermarsi!». È l'accorato appello che papa Francesco, con la voce rotta dalla commozione, rivolge alle parti in guerra nel Medio Oriente. «Penso soprattutto ai bambini, ai quali si toglie la speranza di una vita degna, di un futuro - osserva il Papa, al termine dell'Angelus in piazza San Pietro - Bambini morti, bambini feriti, bambini mutilati, bambini orfani, bambini che hanno come giocattoli i residui bellici, bambini che non sanno più sorridere».




Dal Papa anche un appello a «tenere presenti le lezioni della storia» facendo prevalere con il «dialogo», «le ragioni della pace». Così il Pontefice ricordando il «tragico evento» della Prima guerra mondiale di cui domani ricorrono i 100 anni. «Auspico che non si ripetano gli sbagli del passato», ha esortato Bergoglio.

Ultimo aggiornamento: 18:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA