Renzi: «Un passo avanti per l'Europa»

Renzi: «Un passo avanti per l'Europa»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Aprile 2015, 21:53 - Ultimo aggiornamento: 22:43

«Un vertice significativo, un grande passo avanti per l'Europa». Lo ha detto il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Bruxelles dopo il vertice sull'immigrazione.

«Risorse finanziare triplicate per Triton e Poseidon», e ci sarà una lotta ai trafficanti in accordo con il diritto internazionale», ha annunciato Renzi sottolineando che l'Italia ritiene «assoluta l'emergenza della lotta agli schiavisti».

L'Italia «ha chiesto alla Francia, alla Gran Bretagna e alla Spagna il sostegno ad una risoluzione dell'Onu sulla Libia. Vedremo nelle prossime ore se ci sarà spazio per questa risoluzione».

Nessuno può obbligare gli Stati membri» ad accogliere i migranti, «ma mi rincuora che molti si siano detti disponibili, e anche che Paesi come il Regno Unito abbiano dato disponibilità a partecipare con mezzi oltre a fornire il sostegno pieno in sede di Consiglio di Sicurezza». «Il rischio insabbiamento c'è, ahimè, in tutti i documenti Ue» ma «oggi per la prima volta c'è una strategia».

Il presidente della Commissione Ue. «Abbiamo triplicato il contributo a Triton portandolo a 120 milioni, quello che era stato il budget di Mare Nostrum»: così il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

La cancelliera tedesca. «Ho personalmente sollevato la questione sull'ambito della missione di Triton e sull'area delle operazioni» in mare «ma c'è una comprensione molto differente tra gli Stati membri su quello che Triton ci permette di fare», ha invece sottolineato Angela Merkel. «È importante ricordare che oggi abbiamo deciso di triplicare i fondi disponibili» per Frontex ma «se ne abbiamo bisogno di più li metteremo, non falliremo per mancanza di soldi», ha poi aggiunto spiegando che «per la Germania, se i soldi non sono sufficienti li aumenteremo di nuovo».

Il presidente francese. Per poter dare il via all'operazione di distruzione delle barche utilizzate dai trafficanti «serve una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu e spero la si possa avere in tempi relativamente brevi». Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande aggiungendo che presto ne parlerà con il collega russo Vladimir Putin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA