Nasce Azione nazionale, il movimento dei quarantenni per rifondare la destra italiana

Sabato 21 Novembre 2015 di Claudio Marincola
7
Un movimento di quarantenni per riaggregare i pianeti dispersi della destra intaliana. Si chiamerà An, acronimo che sta per azione nazionale. Non più alleanza però ma "azione, riflessione e dinamismo" per rilanciare il progetto di rifondazione della destra Oggi a palazzo Ferraioli il lancio della nuova creatura. Che non si vuole aggiungere ai tanti laboratori gìa esistenti nè dare vita a caniteri e nuove microscissioni ma porre rimedio allo sfarinamento dei valori dell'identità e della sovranità ispirandosi nell'organizzazione ai Meet Up grillini . Presidente l'ex sottosegretario alla Salute, Pasquale Viespoli. Con lui Marco Cerreto, Giuseppe Scoppeliti e Roberto Menia. Un alemanniano, un leader della destra calabrese e l’ex finiamo triestino, un’area che per i primi tempi aggregherà il dissenso di Fratelli d'Italia (Giorgia Meloni li ha già scomunicati con un comunicato stampa). Quello che resta fuori dalla piazza di Bologna. Il doppio tesseramento è permesso. L'obiettivo è aprire un circolo almeno in ogni grande città. Alemanno seduto in seconda fila () resterà in cabina. di regia. Il resto è tanta nostalgia della destra sociale con la possibilità di formare liste civiche per salire nel 2018 sul tram della grande ammucchiata del centrodestra (guidato dal duo Berlusconi-Salvini, però). Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 17:26