Trovata a Madrid tomba con le iniziali di Miguel Cervantes

Lunedì 26 Gennaio 2015
Il ritrovamento nella cripta delle Trinitarie (Foto El Pais)
Una tomba con le iniziali M.C. E’ forse questa l’ultima tappa del viaggio nel mistero dello scrittore spagnolo Miguel Cervantes, di cui non sono mai stati trovati i resti a quasi quattrocento anni dalla morte.





Dal mese di aprile un equipe spagnola di antropologi e archeologi guidata dal medico forense Francisco Etxeberria sta cercando il corpo del padre di don Chisciotte nella cripta del convento delle Trinitarie, a Madrid, a circa cinque metri di profondità.

Le iniziali M.C. sono formate da una serie di chiodi fissati nel legno e hanno un’altezza di circa tre centimetri. Per ora il riserbo è massimo, la scoperta è avvenuta sabato, ma le informazioni vengono fornite con grande prudenza anche a causa dello stato di forte deterioramento della sepoltura dovuto all’umidità.



E’ accertato che sono stati trovati resti ossei, ma mischiati a quelli di altri defunti, compresi alcuni bambini. Bisognerà quindi procedere alla separazione dei resti degli adulti e dei bambini, poi, tra gli adulti, si distingueranno gli uomini dalle donne. Infine si passerà alla ricerca di quello che potrebbe essere il corpo di Cervantes, presumibilmente sepolto il 23 aprile del 1616, e di cui si conoscono alcune caratteristiche fisiche precise: la mano sinistra compromessa da una grave ferita durante la battaglia di Lepanto, un’arcata dentaria quasi del tutto incompleta, a eccezione dei sei denti, un’artrosi alla colonna vertebrale. Cervantes avrebbe inoltre indossato al momento della morte un saio francescano. Le indicazioni principali sulla sepoltura dello scrittore sono fornite da una cronaca anonima del 1600, in cui è aggiunto che accanto alla tomba nella cripta delle Trinitarie fu posta una croce di legno. Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 14:29

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma